[Hip – Hop/Synthpop] Mark Ronson & The Business Intl. – Record Collection (2010)

/5
http://www.myspace.com/markronson Difficile davvero farsi un’idea di Mark Ronson, tuttofare della musica inglese (dj, produttore, songwriter, etc.). Il nuovo “Record Collection”, album realizzato con una vera band alle spalle, è sicuramente il primo test impegnativo che il Nostro affronta, dal momento che qui non vi è traccia di cover e Mark si è spremuto per bene



http://www.myspace.com/markronson

Difficile davvero farsi un’idea di Mark Ronson, tuttofare della musica inglese (dj, produttore, songwriter, etc.). Il nuovo “Record Collection”, album realizzato con una vera band alle spalle, è sicuramente il primo test impegnativo che il Nostro affronta, dal momento che qui non vi è traccia di cover e Mark si è spremuto per bene nello scrivere canzoni che potessero funzionare nei club più trendy. Quel che ne esce, quindi, è un synthpop che guarda sì agli anni Ottanta, ma che nel farlo contamina tutto con quintalate di basi hip – hop, cantato soul e un piglio complessivo che deve moltissimo al brit – pop. Ospiti in ogni dove (fra gli altri, Ghostface Killah e Simon Le Bon che presta la sua voce nella title – track, l’episodio più riuscito) per un disco carino ma che rischia di naufragare causa l’eccessiva ostentazione di ‘coolness’ e alcune soluzioni non proprio di prima mano. La sufficienza la strappa, ma con tutta probabilità è destinato ad avere breve vita.

Condividi.