Marracash King Del Rap

marracash king_del_rap /5
I meriti maggiori di Marracash consistono nell’aver azzeccato una volta un ritornello e nell’aver fatto un feat con Giusy Ferreri. Inevitabile, quindi, che tutti i limiti del rapper milanese emergano nel nuovo album, intitolato nientemeno che “King del rap”. I beat ci sono e le produzioni (Del e Don Joe tra gli altri) sono curate

I meriti maggiori di Marracash consistono nell’aver azzeccato una volta un ritornello e nell’aver fatto un feat con Giusy Ferreri. Inevitabile, quindi, che tutti i limiti del rapper milanese emergano nel nuovo album, intitolato nientemeno che “King del rap”. I beat ci sono e le produzioni (Del e Don Joe tra gli altri) sono curate e alle volte potenti. Ma Marra non si distingue per qualità delle rime e flow e a risentirne sono soprattutto i pezzi meno tirati, come “Prova a prendermi” con Entics o “Noi no” coi Co’Sang.
Certo, un pregio nelle liriche di Marracash sta proprio nella loro semplicità e immediatezza, ma la sensazione è che la musica del re del rap sia ampiamente sopravvalutata. Non mancano gli ospiti, dai compagni di Dogo Gang Jake la Furia e Gue Pequeno, fino a Fabri Fibra e J-Ax, passando per le nuove leve Salmo ed Emis Killa. Ma non basta.

Condividi.