NoMoreSpeech NoMoreSpeech

3/5
Debut album omonimo per i NoMoreSpeech, band milanese che due anni fa si è fatta conoscere grazie all’Heineken Jammin Festival e che ha all’attivo numerosissimi live. I frequentatori del mondo rock sanno già cosa aspettarsi, soprattutto grazie alla frontwoman Alteria (che, oltre ad aver partecipato al progetto musicale Rezophonic, collabora con Rock’n’roll Radio e Rock

Debut album omonimo per i NoMoreSpeech, band milanese che due anni fa si è fatta conoscere grazie all’Heineken Jammin Festival e che ha all’attivo numerosissimi live. I frequentatori del mondo rock sanno già cosa aspettarsi, soprattutto grazie alla frontwoman Alteria (che, oltre ad aver partecipato al progetto musicale Rezophonic, collabora con Rock’n’roll Radio e Rock Tv). “NoMoreSpeech” è diretto, schietto, una vera e propria botta di adrenalina che può risvegliare anche una mummia. Il connubio tra melodie graffianti e la voce poliedrica della cantante (ora suadente, ora aggressiva) è azzeccatissimo, così come è vincente la mancanza di riferimenti palesi a modelli esteri.
Here and Now” e “BPlan” sono sicuramente i brani in cui viene esaltata la potenza vocale e il temperamento bollente del gruppo, mentre “Think or Feel” è la più radiofonica di tutte.
La traccia più convincente di questo full lenght, tuttavia, è “Void”. Mai scontata, dall’arrangiamento forse un po’ più complesso rispetto alle altre ma del tutto accattivante,  e inoltre offre la possibilità ad Alteria di sottolineare al meglio il suo range vocale. Indovinata anche la scelta di reinterpretare “Relax” dei Frankie Goees To Hollywood, dandole quel tocco di attuale e conferendole una venatura rock, senza rubarle l’identità. Nonostante il genere nu metal non abbia mai attirato molto in Italia, i NoMoreSpeech hanno tutte le carte in regola per invertire la tendenza e diventare una delle realtà più interessanti nel panorama alternative rock italiano.

Claudia Falzone


YouTube

Condividi.