One Direction Take Me Home

2/5
E’ anche inutile stare a sparare su “Take Me Home“, nuovo album della boy band del momento One Direction. Sia perché i cinque ragazzi sono semplici interpreti di pezzi scritti e musicati da altri (due pure da Ed Sheeran), sia perché di dischi così costruiti ne escono a bizzeffe (e da anni) anche di nomi ben più affermati e

E’ anche inutile stare a sparare su “Take Me Home“, nuovo album della boy band del momento One Direction. Sia perché i cinque ragazzi sono semplici interpreti di pezzi scritti e musicati da altri (due pure da Ed Sheeran), sia perché di dischi così costruiti ne escono a bizzeffe (e da anni) anche di nomi ben più affermati e ben più adulti. “C’mon, C’mon”, “Last First Kiss”, “I Would” e “Back For You” sono i brani più carini del disco, con arrangiamenti da Disney party album e lontani dall’essere minimamente ispirati. I produttori non hanno nemmeno ritenuto di doversi sforzare più di tanto, è bastato riciclare un giro dei Clash e We Will Rock You per completare la tracklist. Il lavoro verrà comunque comprato da masse di giovanissime che, storicamente e in base alle generazioni, hanno sempre e comunque acquistato qualsiasi cosa griffata Take That o simili adeguatamente spinti dai media. La storia si ripete, sempre.


YouTube

Condividi.