Paradox Tales Of The Weird

Paradox – Tales Of The Weird 4/5
I Paradox sono sostanzialmente sconosciuti ai più, se escludiamo qualche manipolo di metallari gasati. Ed è un peccato, visto che i crucchi spaccano ininterrottamente dal 2008 a oggi, dopo una reunion posteriore a un breve inter-regno avvenuto negli anni ottanta, in cui se li filavano ancora meno di ora (benché fossero già dei fighi). Le due release

Paradox sono sostanzialmente sconosciuti ai più, se escludiamo qualche manipolo di metallari gasati. Ed è un peccato, visto che i crucchi spaccano ininterrottamente dal 2008 a oggi, dopo una reunion posteriore a un breve inter-regno avvenuto negli anni ottanta, in cui se li filavano ancora meno di ora (benché fossero già dei fighi). Le due release post reunion e il presente “Tales Of The Weird” sono tra i prodotti migliori che il filone (che una volta si chiamava) speed/thrash metal ha immesso sul mercato underground nell’ultimo ventennio. Anche a questo giro Charly Steinhauer (uno dei musicisti più sfortunati di sempre per motivi privati e di salute) e compagni, tra cui Christian Münzner ex Necrophagist e attuale Obscura, non tradiscono le attese, regalando un lavoro intensissimo, epico e martellante, denso di riffs velocissimi e momenti esaltanti. Tra le release classicamente metal di punta dell’anno senza discussione alcuna.


YouTube

Condividi.