[Post Folk/Post Rock] Balmorhea – All Is Wild, All Is Silent (2009)

/5
  http://www.balmorheamusic.com I Balmorhea allargano l’organico – la sezione ritmica ora comprende contrabbasso e batteria in pianta stabile – e, parallelamente, allargano anche i propri orizzonti. Il pop cameristico di “River Arms” è sempre presente, tuttavia “All Is Wild, All Is Silent” se ne distacca parzialmente per un piglio post rock e più vivacemente orchestrale.

 

http://www.balmorheamusic.com

I Balmorhea allargano l’organico – la sezione ritmica ora comprende contrabbasso e batteria in pianta stabile – e, parallelamente, allargano anche i propri orizzonti. Il pop cameristico di “River Arms” è sempre presente, tuttavia “All Is Wild, All Is Silent” se ne distacca parzialmente per un piglio post rock e più vivacemente orchestrale. Così le visioni che permeano il disco paiono scaturire da un incrocio fra ultimi Earth, Aerial M e Godspeed You ! Black Emperor, questi ultimi però spogliati dei loro crescendo più terrificanti e addomesticati ad un folk intimista e malinconico, pregno di cielo e deserto. Altro gran colpo per l’ensemble texano.

Condividi.