Rihanna Unapologetic

Rihanna-Unapologetic 3.5/5
C’ha preso moltissimo gusto Rihanna che con “Unapologetic” timbra nuovamente in periodo pre Natalizio il cartellino, proponendo il settimo album della propria carriera. Si prosegue sulla falsa riga del precedente Talk That Talk, con una commistione di generi notevolissima, in cui di fianco al pop e all’rn’b trovano spazio grazie a una vagonata di elettronica

C’ha preso moltissimo gusto Rihanna che con “Unapologetic” timbra nuovamente in periodo pre Natalizio il cartellino, proponendo il settimo album della propria carriera. Si prosegue sulla falsa riga del precedente Talk That Talk, con una commistione di generi notevolissima, in cui di fianco al pop e all’rn’b trovano spazio grazie a una vagonata di elettronica anche la dance, qualche spunto dubstep e addirittura un amarcord ottantiano. Non tutto il cd è su livelli eccelsi sia chiaro, ma le collaborazioni con Guetta produttore e i featuring con Eminem e Chris Brown (proprio lui, quello che la menava) colpiscono nel segno. Tuttavia il top si trova probabilmente in “Jump”, “Love Without Tragedy / Mother Mary” e nella ballatona “What Now”. Ennesimo buon lavoro, chissà se prima o poi i suoi manager le consentiranno di staccare un attimo la spina anziché continuare a farle battere il ferro. Per ora va ancora bene così, ma la saturazione è dietro l’angolo…


YouTube

Condividi.