Seether – Holding On To Strings Better Left To Fray

seether-holding-onto-strings-better-left-to-fray /5
I Seether hanno avuto la fortuna di uscire al momento giusto, di avere una provenienza diversa dagli altri e di imbroccare un paio di dischi nei primi anni duemila per stabilizzarsi la carriera. Niente di personale per carità, ma dopo quattro anni ritrovarsi con un album così prevedibile come “Holding Onto Strings Better Left To

I Seether hanno avuto la fortuna di uscire al momento giusto, di avere una provenienza diversa dagli altri e di imbroccare un paio di dischi nei primi anni duemila per stabilizzarsi la carriera. Niente di personale per carità, ma dopo quattro anni ritrovarsi con un album così prevedibile come “Holding Onto Strings Better Left To Fray” lascia abbastanza delusi. Si parte bene con “Fur Cue“, “Country Song” già la si conosceva e la si apprezzava, “Forsaken” è ottima anche se arriva troppo tardi in tracklist…ma è tutto qui purtroppo. Il cd scorre senza sussulti, ideale per un sottofondo distratto ma veramente povero di guizzi emozionali, a meno che vi accontiate del pop rock di “Tonight”. La cover di “Careless Whisper” del 2009 aveva fatto ben sperare, ma sfortunatamente saremo ancora costretti a rimettere sul lettore “Disclaimer” o “Karma And Effect” per ricordare i bei tempi andati.

Condividi.