The Wonder Years – Suburbia

the wonder years suburbia recensione /5
Sottotitolo: “I’ve Given You All And Now I’m Nothing“. I The Wonder Years arrivano al traguardo del terzo disco con “Suburbia“, una release che non aggiunge nulla a quanto fatto nei due precedenti dischi. Un combo che comunque presenta un prodotto più che valido, dove a farla da padrone sono degli arrangiamenti nei quali emergono

Sottotitolo: “I’ve Given You All And Now I’m Nothing“. I The Wonder Years arrivano al traguardo del terzo disco con “Suburbia“, una release che non aggiunge nulla a quanto fatto nei due precedenti dischi. Un combo che comunque presenta un prodotto più che valido, dove a farla da padrone sono degli arrangiamenti nei quali emergono le tre chitarre e le quattro voci, caratteristica forse unica nel genere.

I testi dei pezzi, che dal punto di vista strumentale si attestano sugli standard del teen punk tanto in voga in questo decennio, si basano sul poema “America” dello scrittore Allen Ginsberg, testo principalmente politico pubblicato negli anni Cinquanta e dal quale vengono prese diverse citazioni.

Nicola Lucchetta

Condividi.