Alice In Chains – Black Gives Way To Blue

5/5
Sentimenti contrastanti si accavallano prima e durante l’ascolto del nuovo album degli Alice In Chains: da una parte la certezza che non sentiremo più la voce del grande Layne Staley e la paura di partire prevenuti per questo, e dall’altra la consapevolezza che la mente creativa del gruppo sia sempre stato il chitarrista Jerry Cantrell.

Sentimenti contrastanti si accavallano prima e durante l’ascolto del nuovo album degli Alice In Chains: da una parte la certezza che non sentiremo più la voce del grande Layne Staley e la paura di partire prevenuti per questo, e dall’altra la consapevolezza che la mente creativa del gruppo sia sempre stato il chitarrista Jerry Cantrell.
Detto questo, il disco suona Alice In Chains al cento per cento. I testi trasudano angoscia da tutti i pori, la produzione di Nick Raskulinecz, già all’opera con Rush e Foo Fighters è perfetta per un ritorno di questo livello; inoltre il cantato del nuovo membro William DuVall è in ogni caso sorprendente. L’opener  “All Secrets Known”, potente ed oppressiva, va ad inserirsi immediatamente tra le vecchie hit del gruppo insieme a pezzi quali il singolo apripista “A looking in view” o la splendida “Acid Bubble”, vera perla dell’album. Notevole anche la title track, dedicata al compianto singer, che vede la presenza al piano di Sir Elton John.
Dopo il recente ritorno di certe sonorità anni ottanta è il momento del decennio successivo e noi, francamente, non aspettavamo altro… 

Luca Garrò

 

Condividi.