[Indie/Alternative] Brett Anderson – Wilderness

/5
  A different place – The empress – The clown – Chinese whispers – Blessed – Funeral party – Back to you – Knife edge – P marius Sito ufficiale dell’artista Etichetta discografica Sono nove tracce di poesia quelle che compongono “Wilderness”, nuovo lavoro di Brett Anderson che dà una volta per tutte dimostrazione di

 

A different place – The empress – The clown – Chinese whispers – Blessed – Funeral party – Back to you – Knife edge – P marius

Sito ufficiale dell’artista
Etichetta discografica

Sono nove tracce di poesia quelle che compongono “Wilderness”, nuovo lavoro di Brett Anderson che dà una volta per tutte dimostrazione di quanto questo cantautore sia capace di dipingere splendidi affreschi melodici che ripercorrono le ansie emotive di un passato mai andato.
È ormai definitivamente morto quel Brett Anderson che cantava negli “Suede” e che ci dava dentro a suon di new glam. Questi sono nove brani che toccano l’anima.

L’amore fa da tema principe: storie di abbandoni, disperati ritorni, innamoramenti, tragiche solitudini: sembra quasi che Anderson dialoghi con se stesso, con la memoria che lo riporta suo malgrado ad errori compiuti e mai perdonati. L’intensità di “A different place” e “The empress” commuove, è come un soffio tiepido di vento che accarezza il viso, come l’odore della pioggia in una serata d’estate, una piccola emozione da conservare nei ricordi.
La voce di Brett, accompagnata solo da piano e violino, si rimpie di riflessiva malinconia “Didn’t I paint Pictures of her?/Didn’t I try To change?/I shouldn’t have bothered./Didn’t I buy The ocean for her?/Didn’t I wear The colour/Didn’t I feel The wind?/Didn’t I bleed?/She is strange/And sorrow./She is Like cherry blossom.She is The Empress.”
Con “Back to you” poi si toccano le stelle dato che a duettare con Anderson c’è la meravigliosa Emmanuelle Seigner.
Un album magico insomma, da ascoltare, riascoltare, tradurre e portare con se: Brett Anderson ci ha regalato un disco a dir poco memorabile.

Valentina Lonati

Condividi.