Linea 77 La Speranza E’ Una Trappola (part 1)

linea 77 2013 4/5
E’ una fucilata il nuovo EP dei Linea 77 “La speranza è una trappola (part 1)“. Pare che la macchina del tempo abbia riportato indietro di un decennio Nitto e Dade, quando si privilegiava l’impatto all’eccessiva ricerca melodica, quando l’approccio era sostanzialmente hardcore anche nella struttura oltre che nel cantato diretto e senza filtri. E

E’ una fucilata il nuovo EP dei Linea 77La speranza è una trappola (part 1)“. Pare che la macchina del tempo abbia riportato indietro di un decennio Nitto e Dade, quando si privilegiava l’impatto all’eccessiva ricerca melodica, quando l’approccio era sostanzialmente hardcore anche nella struttura oltre che nel cantato diretto e senza filtri. E altro che filtri, a questo giro si va di modalità “In Your Face” e di calci nelle gengive, quasi come se la band fosse incazzata nera per il corso degli eventi degli ultimi anni, piuttosto che per situazioni private o interne a loro stessi. Tutto questo chiaramente è un bene, ascoltare “Il Veleno” fa piacere quanto riuscire a scaricare tutto l’odio e la frustrazione che si ha in corpo durante una rissa casuale, piuttosto che tirando su manubri da 20 chili in palestra emettendo versi sguaiati.

Il top a dire il vero arriva con la titletrack, una vera e proprio mazzata dietro il collo, che descrive con dovizia di particolari in quale terribile consuetudine l’uomo moderno si sia lasciato cadere da tempo oramai immemorabile, lasciando carta bianca a governi dispotici e governanti senza scrupoli, permettendo loro di abusare delle nostre esistenze inutili totalmente a proprio vantaggio. Se la conclusiva “La Caduta” fatta insieme agli LNRipley strizza l’occhio alla dubstep modaiola del momento (è comunque un bel pezzo intendiamoci), è l’insieme di questa prima parte de “La Speranza è Una Trappola” a posizionare i Linea 77 nel girone dei top in questo lentissimo inizio di 2013.

Paolo Sisa

Condividi.