[Pop] Sufjan Stevens – Illnois (2005)

 /5
Concerning The UFO Sighting – The Black Hawk War – Come On! Feel The Illinoise! – John Wayne Gacy, Jr. – Jacksonville – A Short Reprise For Mary Todd – Decatur – One Last ‘Woo-hoo’ For The Pullman – Chicago – Casimir Pulaski Day – To The Workers Of The Rockford River Valley Region –

Concerning The UFO Sighting – The Black Hawk War – Come On! Feel The Illinoise! – John Wayne Gacy, Jr. – Jacksonville – A Short Reprise For Mary Todd – Decatur – One Last ‘Woo-hoo’ For The Pullman – Chicago – Casimir Pulaski Day – To The Workers Of The Rockford River Valley Region – Man Of Metropolis, The – Prarie Fire That Wanders About – A Conjunction Of Drones – The Predatory Wasp – They Are Night Zombies!! They Are Neighbors!! – Let’s Hear That String Part Again… – In This Temple – The Seer’s Tower – The Tallest Man, The Broadest Shoulders – Riffs And Variations On A Single Note – Out Of Egypt

http://www.sufjan.com
http://www.asthmatickitty.com

Una vera gemma pop questo “Illnois”. Sufjan Stevens padroneggia la materia con mestiere da artista scafato, e gioca con tutti i clichè del pop americano: tra easy listening alla Bacharach e colonne sonore di film per famiglie anni 50, con curatissimi arrangiamenti e melodie deliziose, il disco si presenta come una vera scorpacciata di musica.
I brani sono moltissimi e con titoli bizzarri, ma la sostanza è pop di classe, che spazia dai coretti pubblicitari di “Come On Feel The Illinoise” al pop zuccheroso di “Chicago”, dal country pop di “Casimir Pulaski Day” all’intimismo di “The Predatory Wasp Of The Pali”, dalla lounge di “They Are Night Zombies” al sottofondo di “The Seers Tower”, il tutto inframmezzato da interludi cinematografici che fanno sembrare veramente questo lavoro una colonna sonora di quelle di una volta, curate con abilità artistica e perizia artigiana. Gli arrangiamenti sono eccellenti, ogni brano è impreziosito da tocchi orchestrali, archi, fiati, percussioni, cori, sempre presenti ma mai invasivi o barocchi: certo il suono è molto ricco e corposo, ma il tutto è funzionale alla stesura di ottimi brani. Un disco eccellente e fuori dal tempo, da avere assolutamente.

S.R.

Condividi.