[Prog/Thrash Metal] Eldritch – Neighbourhell (2006)

 /5
Still Screaming – Save Me – Bless Me Now – The Dark Inside – More Than Marylin – Come To Life – Zero Man – Standing Still – Toil Of Mine – The Rain – Second World www.eldrtichweb.comwww.limb-music.de Questa volta non ci sono scuse: una delle migliori band heavy italiane ha tutte le carte in

Still Screaming – Save Me – Bless Me Now – The Dark Inside – More Than Marylin – Come To Life – Zero Man – Standing Still – Toil Of Mine – The Rain – Second World

www.eldrtichweb.com
www.limb-music.de

Questa volta non ci sono scuse: una delle migliori band heavy italiane ha tutte le carte in regola per fare un botto rumorosissimo. “Neighbourhell” degli strepitosi Eldritch è un disco grandioso. E’ difficile trovarvi punti deboli, possiamo discutere sulla produzione, volutamente grassa e potente, o su quei due brani che possono essere considerati di qualità inferiore rispetto al lotto presente sul cd, ma c’è davvero da andare a cercare il pelo nell’uovo per fare le pulci a questo platter. I ragazzi guidati dall’ugola di Terence Holler e dai riffs di Eugene Simone hanno oramai un trademark riconoscibile e indiscutibile: possono passare dalle sfuriate thrash oriented a momenti più drammatici, da strofe gridate e stacchi prog a ritornelli melodici coinvolgenti. C’è posto anche per un duetto in power ballad con female vocals per seguire il trend attuale, c’è un chiaro richiamo al tecno-thrash di Jeff Waters e ai Nevermore in più punti, un accenno al geniale Sorychta dei Grip Inc. e diversi momenti tecnicamente ineccepibili. Difficile individuare un solo highlight quando l’opener, il singolo “Save Me”, l’irruenta “Bless Me Now”, la terremotante “Toil Of Mine” e la ruffiana “Zero Man”, meritano menzione. I tempi di “El Nino” sembrano lontani, “Reverse” ha davvero portato una svolta importante nel sound del gruppo, gli Eldritch sono una realtà indiscutibile, su cui puntare a occhi chiusi.

Condividi.