Disclaimer

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. (“Google”). Google Analytics utilizza dei “cookies”, che sono file di testo che vengono depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web da parte Vostra (compreso il Vostro indirizzo IP) verranno trasmesse a, e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul vostro browser, ma ciò potrebbe impedirvi di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.

Originally posted on 23.12.2009

OUTune nasce per gioco. D’azzardo. Sono passati gli anni, ma il concetto rimane, OUTune è sempre una scommessa. Quasi la stessa degli inizi. Quasi perché ora ci sono alcune decine di migliaia di persone che ci fanno capire, mese dopo mese, che qualcosa di buono l’abbiamo saputa pur fare e in questi casi la fortuna c’entra poco, perché i lettori non aumentano mai per puro caso.

Il punto, forse, è che OUTune fin dai suoi primi sgangherati vagiti ha sempre avuto un unico obiettivo: supportare la musica.
Quell’obiettivo lo sta ancora inseguendo, cercando di continuare ad abbattere steccati e divisioni, cercando di andare oltre il banale ruolo di contenitore di notizie e recensioni, cercando di tenere alta la testa mantenendo la propria spigolosa personalità.

Poi ci sarebbe anche da parlare della passione, ma OUTune non cadrà nel tranello. A sentire in giro, la passione sembra essere diventata la merce più a buon mercato. Tutti parlano della loro passione che li spinge a dire, dare, fare (baciare, lettera, testamento) quello che fanno per soldi o per puro egocentrismo. Per questo non ci sentirete parlare di passione per la musica, delle nottate passate ad ascoltare musica o a cercare ovunque dischi di artisti geniali quanto sfigati, degli sforzi per trovare quella domanda che renderebbe un’intervista degna di essere letta o delle ore passate ad aspettare un evento. Non lo faremo, perché lo fanno tutti, e questo di conseguenza banalizza anche la passione più sinceramente appassionata.

OUTune, oltretutto, non ama parlare di sé, preferisce far parlare i fatti e continuare a scommettere con una pistola poggiata alla tempia, un solo colpo nel tamburo e il sorriso mascalzone di chi non si cura dell’esito finale.

S.D.N.

Originally posted on 20.04.2006

OUTune® – Overground Tune® & Underground Tune® – SVPPORT MVSIC

OUTune sente, suona, respira, ascolta e vive musica, tutta la musica, quella vera.

OUTune supporta i musicisti, gli addetti ai lavori, i fans, quelli veri.

OUTune adora i concerti, i festival e i dischi, quelli originali.

OUTune crede nel ritmo, nella distorsione, nell’armonia, nella melodia, nei virtuosismi, nei frontman, nel rock, nelle ugole, nella passione, nell’energia, nel pogo, nel saltellare, nel cantare, nel commuoversi per la musica, quella vera.

OUTune pensa che sia giusto dare la parola a tutti quelli che la meritano, ritiene giusto proporre ciò che conoscono tutti, ciò che conoscono alcuni, ciò che conoscono in pochi, perché puoi vendere milionate di dischi o venti copie, puoi suonare a San Siro o in una bettola, puoi aver avuto la botta giusta o aver fatto anni di gavetta, ma stiamo sempre parlando di musica, quella vera.

OUTune dice quello che pensa, non fa processi e non fa proclami, esalta ciò che gli piace e stronca ciò che gli fa schifo, supporta quello che merita e distrugge la musica fatta male.

OUTune supporta la “musica mainstream” che merita e la “musica di nicchia” che merita, esalta chi è davvero bravo e smaschera chi danneggia la musica, non fa crociate per la purezza della musica e giustifica chi fa musica per soldi, a patto che la faccia bene.

OUTune non perdona chi prende in giro i fans, chi suona male e chi si spaccia per fenomeno e non lo è, chi pensa di essere intoccabile e soprattutto chi fa male alla musica.

OUTune esprime una posizione, spesso chiara e straightedge, chiunque può criticarla, supportarla o metterla in discussione in maniera civile, costruttiva o altrettanto diretta, avrà libertà e diritto di replica su queste stesse pagine, a patto che parli sempre di musica.

OUTune crede nei fans, quelli che vivono per la musica, quelli che sono in prima fila ai concerti, quelli che permettono alla musica di esistere, quelli che suonano e quelli che vogliono far sentire la propria voce.

OUTune è ambizioso, scomodo, presuntuoso e autorevole, non è ipocrita, falso, sottomesso e asservito, è semplicemente ‘vero’.

> I generi aiutano a vivere meglio, esattamente come le categorie. OUTune non dà maggior importanza a Overground o a Underground, non vuole sottolineare le differenze tra chi è venduto e chi è puro, non ha bisogno dei dati di vendita per stabilire chi è Over o chi è Under, OUTune cerca di semplificare le cose e di farle trovare dove è giusto che siano: OUTune è Overground Tune come è Underground Tune, OUTune racconta tutto quello che succede in diversi ambiti musicali, segue ciò che la società cataloga come Over e come Under e si adegua, non perché l’approvi ma perché sa benissimo che è più comodo, specialmente per se stesso, fare così. Concede lo stesso spazio a chi è sulla cresta dell’onda, a chi insegue la gloria, a chi l’ha ormai persa, a chi è cattivo ma famoso, a chi è buono ma sconosciuto, a chi ha sfondato adattandosi al mercato, a chi l’ha fatto andandoci contro, a chi non c’è riuscito ma c’ha provato, a chi ha appena venduto il suo decimo disco di platino, a chi ha da poco pubblicato il primo platter. Fa tutto questo perché sa che è giusto così ed è consapevole che nessuno sarà mai completamente d’accordo con ciò che farà.

OUTune non è un gioco per bambini. OUTune non accetta atteggiamenti spocchiosi e saccenti, visto che l’unico che può permetterseli è lui stesso, è aperto al dialogo ma chiuso alla stupidità, ha una precisa identità e un’altrettanto marcata linea editoriale. E’ favorevole a tutte le promozioni e agli eventi che meritano, supporta gli addetti ai lavori e crede che la collaborazione tra gli stessi sia indispensabile per offrire il miglior servizio possibile ai fans della musica, e quindi a OUTune stesso. Sa bene però che ognuno la sa più lunga dell’altro, per questo non ospiterà MAI forum o guestbook, permettendo sempre e comunque a tutti quelli che lo meriteranno di contribuire all’obiettivo di OUTune (“Svpport Mvsic”) presentando punti di vista, opinioni, emozioni e pensieri che riguardano la musica.

> OUTune presenta recensioni, report e interviste non antecedenti al 2005 per una precisa scelta editoriale. E’ consapevole di quanto il passato sia importante ma non ritiene (attualmente) necessario raccontarlo. Ciò non significa che non ne farà cenni oppure oggetto di trattazione, dato che è impossibile capire la musica attuale (come tutte le altre cose) senza conoscere e comprendere ciò che è venuto prima.