Alter Bridge – Fillmore, Cortemaggiore (PC) 17 giugno 2008

 

Superato il tifone che si abbattuto sul piacentino in serata, e che ha comunque permesso al vostro redattore di godersi quasi tutto il primo tempo della partita al coperto, poco dopo le 22:00, il riff di “Come To Life” ha aperto un’ora e mezza di concerto davvero tirata ed emozionante, che ha fatto cantare, ballare, accompagnare ed esaltare tutti i tantissimi convenuti a Cortemaggiore in questa ennesima serata malata di un giugno autunnale come mai successo prima d’ora.
Largo spazio al nuovo “Blackbird”, ma “One Day Remains” è stato comunque omaggiato con i pezzi più noti che hanno mandato in ulteriore visibilio una folla che ha stupito e appagato i quattro musicisti sin dall’inizio.
La prestazione del gruppo è stata precisa e senza sbavature, Myles Kennedy ha dosato la voce all’inizio per poi scatenarsi nel corso del set, Tremonti ha sciorinato il suo stile da shredder e Marshall e Philips si son confermati sessione ritmica affidabile e affiatata.
La chiusura col singolone “Rise Today” avvia l’assalto al banchetto del merchandise dei Nostri, col risultato che tutte le shirt vanno esaurite in un attimo. Auguriamo agli Alter Bridge di aver definitivamente sfondato anche dalle nostre parti, l’Alcatraz a fine novembre sarà un banco di prova importante per una band che Oltreoceano viaggia già fortissimo.

Setlist: Come to life, Find the real, Brand new start, White knuckles, Buried alive, Coming home, Before tomorrow comes, Ties that bind, Blackbird, Watch over you, Kashmir, Metalingus, Open your eyes, Broken wings, Mudbohne, Rise today.

Condividi.