Alter Bridge – Fnac, Milano 28 novembre 2008

Poche volte la zona riservata alle esibizioni unplugged della Fnac di Milano è stata così affollata. Sin dalle 16 (si partiva alle 18), alcuni fans avevano già preso possesso della piccola sala e quando alle 18 gli Alter Bridge hanno raggiunto il piccolo palco riservato a loro, la folla era davvero notevole.
Una rapida esibizione acustica che ha visto i ragazzi eseguite nell’ordine Before Tomorrow Comes, Rise Today, Hallelujah (cover di Cohen) e Watch Over You, per poi dedicarsi completamente ai convenuti in una signing session che ha permesso al pubblico di incontrare i propri idoli che, per l’ennesima volta, si sono dimostrati veramente dei ragazzi meravigliosi e disponibili verso i propri aficionados come pochi altri sulla piazza.
Banale parlare di quanto il singer Myles Kennedy abbia emozionato l’audience con una versione di Hallelujah da pelle d’oca, importante sottolineare come le ugole dei fans presenti abbiano impressionato veramente Mark Tremonti e soci, giusto ribadire che un appuntamento apparentemente breve e semplice come questo possa in realtà significare un passaggio molto importante nella carriera della band americana nel nostro paese.
Con un antipasto del genere, il concerto che seguirà tra 24 ore all’Alcatraz (tutto esaurito da tempo) assume davvero i contorni dell’evento imperdibile.



Condividi.