Alter Bridge – Volkshaus, Zurigo (CH) 24 novembre 2010

Era difficile aspettare le date italiane degli Alter Bridge. Non solo per ovvi motivi ma anche perché dovevamo verificare assolutamente lo stato di forma della band dopo la prova a due facce del tour UK. Sgombriamo subito il campo da equivoci: gli Alter Bridge sono (ancora) impressionanti. These pictures and the following article are copyrighted. Do NOT use without permission. – Le immagini e l’articolo sono protetti da copyright, ne è severamente vietato l’utilizzo senza autorizzazione.

In particolar modo, sarà stata la bellissima location che poteva ricordare vagamente il Fillmore di Cortemaggiore, sarà stata la presenza della sua famiglia, sarà stato quel che vi pare ma Myles Kennedy ha sfoderato una perfomance vocale assolutamente clamorosa, andando a prendere tutte (tutte, ndr) le note importanti presenti in brani quali “Coming Home”, “Ties That Bind”, “Find The Real” o la nuova “Ghost Of Days Gone By”, dosandosi sapientemente per tutto lo show e colpendo nel segno al momento giusto. Impossibile non sottolineare l’affiatamento e la quadratura di Tremonti con Phillips e Marshall, un autentico muro di suono che pare non conoscere la parola “sottotono”. Mark rimane un chitarrista incredibile, che vive ogni singolo attimo delle sue canzoni e che regala alla platea prestazioni impeccabili e intense dall’inizio alla fine di ogni set.

Un’ora e tre quarti di Rock duro suonato senza alcuna esitazione, con un’acustica del locale molto buona e un pubblico che ha partecipato su ogni canzone, accompagnando la band nei ritornelli e nei momenti in cui veniva coinvolto dal frontman, capace di tenere in pugno l’audience con una semplice occhiata. La setlist ha pescato a pienissime mani da “Blackbird” mentre ha lasciato fuori alcuni brani dal nuovo “AB III” che ci saremmo aspettati di sentire (“Coeur D’Alene” o “Still Remains” per dirne due già proposte in altre date). Appuntamento quindi ai quattro concerti italiani, augurandoci che i ragazzi mantengano questo stato di grazia assurdo che li ha accompagnati a Zurigo in quest’occasione!

Setlist: Slip To The Void, Buried Alive, Before Tomorrow Comes, Find The Real, Brand New Start, White Knuckles, All Hope Is Gone, Metalingus, Ghost Of Days Gone By, Broken Wings, Ties That Bind, Coming Home, One Day Remains, I Know It Hurts, Come To Life, Blackbird, Watch Over You (acoustic), Open Your Eyes, Isolation, Rise Today.

Condividi.