Concerto Scorpions Lione Francia 14 novembre 2011

Concerto Scorpions Lione 14 Novembre 2011

Ci siamo recati in Francia, per la precisione all’Halle Tony Garnier di Lione, per assistere alla prima delle date francesi che porteranno alla pausa invernale dell’immenso “Final Sting Tour 2011/2012” degli inossidabili Scorpions. Tour che ripartirà per la sua fase finale nel mese di aprile 2012, per culminare nell’evento già quasi sold-out di Wacken del prossimo agosto. Al momento ancora nessuna data in Italia per il supergruppo tedesco; si consiglia pertanto a tutti i fan degli ‘scorpioni’ che ancora non hanno provveduto, di trovare la location a loro più consona in giro per l’Europa e correre ad assistere allo show dei teutonici prima che sia troppo tardi.

Quello al quale abbiamo assistito nella città transalpina è stato un concerto di quasi due ore, intenso, travolgente, massiccio, divertente e aggiungete tutti gli aggettivi positivi che a vostro parere dovrebbe avere un concerto rock. Sì, perché l’esibizione di Rudolf Schenker e compagni è stata davvero tutto questo e anche di più, è stato qualcosa che descrivere a parole è davvero difficile. I cinque sono in forma smagliante; Klaus Meine ha incantato il numerossissimo pubblico francese con una voce cristallina e potente, al punto da far pensare che si sia fermato ai tempi di “World Wide Live” senza più invecchiare. Il duo di asce Shenker –  Jabs ha fatto un lavoro magistrale, e il basso pulsante e preciso di Paweł Mąciwoda ha rincorso i battiti indemoniati della grancassa del buon vecchio zio Kottak, che non ha mancato di deliziarci con il suo incredibile drum solo, con tanto di video divertenti a metà spettacolo; campione, oltre che di grinta, anche di simpatia, direi che se la gioca alla grande con un altro mostro sacro dei tamburi che risponde al nome di Nicko McBrain.

Leggi anche il report del concerto di Sofia

Tornando allo spettacolo c’è da dire che la scaletta è stata stratosferica, i Nostri hanno sfoderato un best-of show con i fiocchi, pescando dalla loro vastissima discografia le hit più assolute inframmezzate da un paio di pezzi dall’ultimo capolavoro di inediti “Sting In The Tail”, e aggiungendo anche la cover di Gloria Jones, “Tainted Love”, dall’ultima fatica discografia “Comeback”. Ad aggiungere il tocco finale all’evento(come se ce ne fosse stata la necessità n.d.r), un magistrale spettacolo di luci e colori, che hanno dato al tutto la giusta atmosfera.

In chiusura è arrivato il trittico dei loro classici ‘monstre’, aperto da “Still Loving You“, seguita da una “Wind Of Change” da lacrime, ma da lacrime sul serio, con proiezione d’immagini tratte dalla caduta del Muro di Berlino, e dalla conclusiva “Rock You Like An Hurricane“. Conclusiva solo per modo di dire, perché i Nostri sono usciti ancora una volta e hanno dato il loro commiato e il loro addio a Lione con la magnifica “When The Smoke Is Going Down”. Mai pezzo fu più appropriato per un addio alle scene. In breve, uno spettacolo da ricordare per tutta la vita, condotto da una delle migliori rock band che abbiano mai calcato i palcoscenici del mondo intero. Davvero peccato dovergli dire addio, soprattutto dopo averli visti in forma così smagliante.

E allora a tutti quelli che ancora non l’hanno fatto, ripetiamo di muoversi a scegliere dove andare a vederli a partire dal prossimo 30 di marzo, perché l’ultima puntura dello scorpione è una di quelle cose che non si possono perdere assolutamente.

Setlist:
Sting In The Tail – Make It Real – Bad Boys Running Wild – The Zoo – Coast To Coast – Loving You Sunday Morning – Tainted Love (Gloria Jones cover) – The Best Is Yet To Come – Send Me An Angel – Holiday – Raised on Rock – Tease Me Please Me – Dynamite – Kottak Attack – Blackout – Six String Sting – Big City Nights – Still Loving You – Wind Of Change – Rock You Like A Hurricane
Encore
When The Smoke Is Going Down


Scorpions – Still Loving You on MUZU.

Un ringraziamento particolare a Michela Spadacini.

Corrado Riva.

Condividi.