Deus + I Ministri – Rolling Stone, Milano 30 ottobre 2008

 

Osanna ai Deus e alla loro elegante concretezza.

Suono denso e concreto nel rock dei Deus, senza spazio per chincaglierie fuori luogo e scene esose da super star. Sana eleganza di costruzioni musicali e di stile on stage, con quel savoir faire da gentle man che pare stia andando a finire nel dimenticatoio, visto il dimenarsi sudorifero e sboccacciato di troppe band. A dimostrazione che rock è anche lo stile raffinato, senza troppi eccessi e volgarità. In un’epoca in cui s’intonano “Osanna” a idoli grossolani, ci restano ancora alcune squisite “rivoluzioni tascabili”, come quella del gruppo belga.

Impegnati in un’altra rivoluzione sono I Ministri, formazione milanese che vede Federico Dragona alla chitarra e voce, Davide Autelitano alla voce e basso, Michele Esposito alla batteria. Divenuti ormai inconfondibili nelle loro uniformi napoleoniche, fanno dell’ironia e del sarcasmo i loro cavalli di battaglia, viaggiando, senza risparmiare energia, su testi impegnati, anche quando possono apparire più leggeri. Se svuotandovi le tasche troverete che i soldi non sono finiti, mettete via qualche euro per il loro nuovo album in arrivo a breve e targato Universal.

Melissa Mattiussi

Condividi.