Frankie Hi Nrg – New Age Club, Roncade (TV) 31 gennaio 2009

A quasi un anno dalla sua apparizione al Festival di Sanremo, il rapper Frankie Hi Nrg ha deciso intraprende un tour che lo porterà in giro per lo Stivale per poco più di un mese. Un sabato sera come tanti, un bel curriculum per il cantante in calendario e un ingresso a prezzi popolari sono i tre ingredienti che hanno portato un buon afflusso di gente in questa sua unica data veneta.

Nessun gruppo spalla: per questa ragione, il concerto è iniziato piuttosto tardi, alle 23.30. 90 minuti di grande musica. Sì perché lo spazio dedicato alla musica suonata, basso/batteria/chitarra, c’è stato, e tanto: poco spazio alle sole basi e una miscela esplosiva di funky e rock che ha fatto guadagnare tantissimi punti (e tantissimo “tiro”) ai brani del cantante di origini siciliane. Tutto questo grazie, soprattutto, ad una band formata da musicisti di caratura tecnica notevole.

Bella la scelta della scaletta, concentrata sull’ultimo “DePrimo maggio”, praticamente riproposto nella sua interezza, tanti brani dell’esordio “Verba manent” e poco da “Ero un autarchico”. I momenti di delirio assoluto, e dispiace anche dirlo, sono con i due brani più conosciuti di Frankie Hi Nrg: “Quelli che benpensano” (con il ritornello cantato praticamente da tutto il pubblico) e la conclusiva “Fight da faida”, proposta utilizzando come base musicale la nota “Seven nation army” dei White Stripes. A completare l’esperienza sonora, si aggiunge anche un’esperienza visiva: durante il concerto, infatti, sono stati proiettati dei filmati, tra cui video promozionali, ma anche dei veri e propri cortometraggi creati per l’occasione. Un concerto imperdibile per i (tanti) fan; una simpaticissima serata per gli ascoltatori più o meno casuali, che hanno potuto apprezzare la caratura di uno degli uomini che ha visto nascere e crescere il movimento rap/hip hop in Italia.

Setlist: Potere alla parola – Precariato – Libri di sangue – Etna – Raplamento – Direttore – Chiedi chiedi – Giù le mani da Caino – Il giocattolo – Storia di molti – Sana e robusta – Autodafè/Profondo rosso – Anoniman – Rivoluzione – Squarto uomo – Faccio la mia cosa – Chicco e Spillo – Disconnetti il potere – La cattura – Pugni in tasca – Quelli che benpensano – Fight da faida

Nicola Lucchetta

Condividi.