John McLaughlin and the 4th Dimension – Roma 19 maggio 2010

Allacciate le cinture di sicurezza…si parte per la “4th Dimension”, il nuovo progetto musicale del leggendario chitarrista Mahavishnu John McLaughlin quasi alla soglia dei 70 anni (ma proprio non li dimostra!) che da sempre ci ha abituato ad avanguardie musicali tra fusion e funky dal sapore orientale.

Nella maestosa cornice della sala S.Cecilia dell’Auditorium di Roma come compagni di viaggio troviamo Gary Husband (tastiere, batteria) che con sapiente alchimia, e suadente maestria, quasi percuotendo i tasti mescola sonorità elettroniche dal sapore jazz pop e funky, proponendosi anche come secondo batterista in serrati colloqui con Mark Mondesir (batteria), strepitoso virtuoso, ambidestro, dalla timbrica eccezionale, reputato da molti uno dei batteristi più bravi al mondo.

Etienne Mbappé (basso elettrico) bassista di origine camerunense che tocca le 6 corde, color fucsia, del suo basso elettrico in guanti di seta neri, con precisione e colore, molto simile nel suono al mitico Pastorius.

Serata dalle tinte forti, dalle sonorità realmente espressive, si è mescolato Zawinul, Manu Dibango, Steps Ahead, sotto l’occhio e soprattutto le mani vigili di John McLaughlin che attraverso questo disco “To The One” ha effettuato un lavoro di sintesi, carico di passione; tra spiritualità, ricerca sperimentale e tradizione.

John McLaughlin chitarra 
Gary Husband tastiere, batteria
Etienne Mbappé basso elettrico 
Mark Mondesir batteria 

Marco Lorenzo Faustini

Condividi.