Litfiba – Forum, Assago (MI) 22 novembre 2010

Avevano ricominciato proprio al Forum di Assago ad aprile i Litfiba, con un concerto reunion che aveva mandato un chiaro segnale allo stanco mondo della musica italiana: il rock tricolore aveva ritrovato un Nome fondamentale. Dopo le date estive e questa da poco conclusasi, sono arrivate ulteriori conferme sull’ottimo stato di salute della band di Ghigo e Piero.

Non eccessive le variazioni in scaletta, l’inserimento delle nuove “Barcollo” e “Sole Nero” non dispiace, ma è su “Corri” che viene ripagato praticamente il prezzo del biglietto. Novità anche “Louisiana” e “Ora D’Aria”, con la simbolica “Cangaceiro” rimessa a chiudere lo show e suonata in modalità “Colpo Di Coda” 1993, ovvero a velocità altissima.
Il pubblico apprezza ovviamente anche gli altri classiconi e le più ‘moderne’ “Ritmo #2″ e “Lacio Drom”, sgolandosi su ogni brano e risparmiandosi davvero poco in un parterre che richiama alla mente una vera e propria festa di paese con entusiasmo in ogni dove. L’esecuzione delle canzoni è buona e la compattezza dei Litfiba è aumentata rispetto alle prime uscite, un meccanismo che si sta oliando sempre di più. Nel vedere Piero Pelù che si butta sulla folla a fare body surfing come a metà nineties, la sensazione di essere finalmente di fronte a una nuova giovinezza di un act che è sulle scene da una trentina d’anni è davvero netta. Certo, a voler fare gli incontentabili, avremmo potuto sognare una “Gira Nel Mio Cerchio” e una “Eroi Nel Vento”, ma non è sempre domenica…
A questo punto le premesse per un nuovo disco di inediti sono veramente positive: auguriamoci che i Nostri siano in grado di riprendere un discorso interrotto da troppo tempo e di rimettere in carreggiata un Nome che da “Spirito” in poi (per i puristi anche da prima dell’album del 1995 ma non vogliamo esgerare, ndr) si era drammaticamente smarrito. “Sole Nero”, “Barcollo” e le esibizioni on stage del 2010 sono ottimi segnali per il futuro.

Condividi.