Neutral Milk Hotel, Radar Festival Padova 4 giugno 2014

neutral-milk-hotel-radar-festival-padova-2014

E reunion fu anche per i Neutral Milk Hotel: la band di “In the Aeroplane over the Sea”, uno dei più celebrati dischi indie rock degli anni Novanta, ha scelto di passare anche per l’Italia all’interno di un reunion tour che li sta tenendo impegnati dalla fine del 2013. Due show, Padova e Marina di Ravenna, con il primo evento inserito all’interno della rassegna veneta Radar Festival.

Il risultato è un sold out già diverse settimane prima del concerto; un traguardo che non è comunque da interpretare come una sorpresa, visto che il gruppo nei quindici anni di “silenzio” ha ottenuto un gran seguito anche dalle nuove generazioni. E non sorprende nemmeno il fatto che moltissimi dei presenti abbiano una venerazione quasi religiosa per il gruppo di Jeff Mangum, fregandosene della pioggia battente caduta per più di metà esibizione e dimenticandosi anche quel divieto di fotografare e fumare dalle prime file imposto dalla band: non c’era posto per quelle cose “terrene”, bisognava cantare a squarciagola dei veri e propri inni generazionali.

In una setlist ridotta e stravolta nell’ordine rispetto a quella proposta nelle altre date, i Neutral Milk Hotel hanno dimostrato quanto la loro proposta fosse “avanti” e destinata a fare furore negli anni a venire: uno stile canoro che ricorda le leggende del folk al quale si innestano dei fiati (tra parentesi, complimenti al fonico per la resa complessiva della loro proposta, non facile visti i numerosi strumenti presenti sul palco) e diverse accelerazioni tipiche dell’alternative rock a stelle e strisce anni Novanta che hanno fatto saltare, e non poco, molti presenti (che, ripetiamo, se ne fregavano della pioggia). Da non dimenticare infine la coesione tra i membri del gruppo, la cui lineup è la stessa che ha registrato l’ultimo “In the Aeroplane over the Sea” (letteralmente saccheggiato nel corso della serata), al punto che gli stessi colleghi di Jeff Magnum si sono ritrovati a cantare le liriche del gruppo al di fuori dei cori, un po’ come se i Neutral Milk Hotel e i loro fan fossero un’unica entità.

Un successo che conferma il valore dei Neutral Milk Hotel, un sold out che è la cartina tornasole del valore di un decennio, gli anni Novanta, che la storia ricorderà come l’ultimo periodo “creativo” per il rock.

Scaletta Neutral Milk Hotel a Padova

Two-Headed Boy
The Fool
Holland, 1945
A Baby for Pree
Gardenhead
Glow Into You
King of Carrot Flowers
In the Aeroplane Over the Sea
Naomi
Ferris Wheel on Fire
Oh Comely
Song Against Sex
Ruby Bulbs
Snow Song, Part One
Ghost
Carnival In
Two Headed Boy Part 2
Engine


Condividi.