Nine Inch Nails – Alcatraz, Milano 1 aprile 2007

Un concerto di Reznor e compagni non è roba da tutti i giorni. Devono averla pensata così le persone che hanno compattato l’Alcatraz di Milano in un modo incredibile, un sold out totale e avvertibile sulle proprie ossa specie da metà mixer in là.
Trent porta in Italia una band seminale e attesissima, il set di un’ora e mezza non conoscerà pausa alcuna e la partecipazione del pubblico sarà costante e frenetica sin dall’inizio. E che inizio! “Mr. Self Destruct”, “Terribile Lie”, “Heresy” e “March Of the Pigs” sparate in sequenza hanno davvero scatenato il delirio nell’audience; il muro di suono e l’affiatamento tra l’animalesco Aaron North e White hanno fatto il resto. Classici a volontà, poca roba nuova e chiusura affidata al duo “The Hand That Feeds” e “Head Like A Hole”. Un successo.
E’ in arrivo a breve il nuovo studio record dei NiN, questa sera sono state presentate “Survivalism” e “The Beginning Of The End” on stage, nessuna traccia invece delle chiavette usb nei cessi del locale, anche se c’è da dire che da fine febbraio (quando a Lisbona, Madrid, Barcellona e Manchester furono trovati i drive contenenti nuovo materiale, ndr) di tempo ne è passato, oramai manca poco.

Setlist: (Intro) – Mr. Self Destruct – Terrible Lie – Heresy – March Of The Pigs – The Frail – The Wretched – Closer – The Becoming – The Beginning Of The End – Wish – Gave Up – Help Me I’m In Hell – Eraser – Reptile – No You Don’t – Survivalism – Only – Down In It – Hurt – The Hand That Feeds – Head Like A Hole.

L.F.

Condividi.