Rock’n’Road 2013, Bellinzona (Svizzera) 10 agosto

rocknroad-2013-bellinzona-10-agosto-2013

Si è svolta ieri sabato 10 agosto 2013 la prima edizione del Rock’n’Road. Bellinzona ha ospitato presso l’ex Campo Militare una kermesse che ha unito la passione per le moto e per la musica rock. Piatto forte il concerto dei Gotthard ma anche l’esibizione dei Rhyme, vincitori della Battle Of The Bands della manifestazione, oltre alla parata delle due ruote e agli show di altri gruppi emergenti runner up della Battle di cui sopra. Una bellissima giornata (anche meteorologicamente parlando) e una serata esaltante, presso una location decisamente valida oltre che smisuratamente abbondante e accogliente. Diecimila persone hanno partecipato a un evento che ha certamente un futuro garantito e che potrà, nelle prossime annate, puntare sempre più in alto a livello di band coinvolte, dato che la venue è potenzialmente ideale anche per raduni di 30/40mila persone.

I Gotthard giocavano in casa, uno show solidissimo il loro, con tutte le hit (“Dream On”, “Anytime Anywhere”, “Remember It’s Me”, la cover di “Hush”, “Mountain Mama” tanto per fare dei nomi) accolte con entusiasmo da un pubblico non certo esagitato e iperattivo ma non per questo meno coinvolto o attento. Qualche cassa in più non avrebbe guastato, ai lati del palco (ben gestito ma volendo ingrandibile a dismisura vista l’ampiezza della zona) l’audio inizialmente era basso e confuso, nitido e preciso nel cono centrale che (ovviamente) veniva a crearsi in zona mixer, essendo gli speaker orientati in questa direzione.
In apertura la mezz’ora scarsa del concerto dei Rhyme ha contribuito a scaldare i presenti: sgamati e pronti per stage importanti i Lombardi, act che seguiamo sin dai primi passi e che sta raggiungendo col passare degli anni una credibilità sempre maggiore.
Aree vip e catering ben gestite, per le prossime edizioni è sicuramente migliorabile sia il posizionamento degli stand presenti in loco, sia la quantità degli stessi adibiti a punti di ristoro.
Tuttavia se il buongiorno si vede dal mattino, il Rock’n’Road ha tutte le premesse per trasformarsi sin dal prossimo anno in un appuntamento di riferimento per la Svizzera e la vicina Italia, capace di richiamare decine di migliaia di persone. Bene così, specialmente in un anno in cui nel nostro paese sono mancati Gods Of Metal, Heineken Jammin’ Festival e Rock In Idrho.


Condividi.