Stef Burns – Legend 54, Milano 25 aprile 2010

Il segreto di Stef Burns sta nella genuinità con la quale ti ringrazia per le cose più banali ed al contempo imbraccia la chitarra per fare il suo lavoro. Dai palchi di Alice Cooper, fino a quelli di Y&T e Vasco Rossi, passando per il suo progetto solista, il chitarrista californiano incanta ancor più per la trasparenza e la passione che lo trascinano, che per le indiscutibili abilità tecniche.

Con lo show di domenica 25 Aprile al Legend54 si è concluso il tour promozionale in supporto all’album “World Universe Infinity” e “World Universe Infinity Live”, DVD dal vivo di recente produzione.
E’ bravo Stef, davvero bravo, sebbene tra i brani più bluesy/rock e quelli fusion, i primi si elevino esponenzialmente, testimoniando quanto la semplicità di una singola nota al momento giusto valga cento cromatismi e soluzioni armoniche.
Nello show dello Stef Burns’ Group, c’è spazio per classici quali “The Power of Love”, fino al pop di “Begin”, singolone suonato insieme a Matteo Magni, chitarrista vincitore del contest di Ultra/Outune, per arrivare ai brani di Vasco (dove compare Clara Moroni, corista del rocker nostrano) e soprattutto “Fire” e “Hey Joe/Little Wing”, che risplendono nella serata di una luce che davvero pochi chitarristi sono capaci di accendere. Non si potrà arrivare a Jimi, ma si può fare del proprio meglio per omaggiarlo con il cuore. E di cuore, Stef Burns, ne ha da vendere. Scusate, da offrire.

Una menzione speciale e “a parte” va sicuramente fatta ai musicisti che accompagnano Stef: il tastierista Fabio Valdemarin, il batterista Juan van Emmerloot ed il bassista Michel van Schie sono dei musicisti semplicemente egregi. Artisti del proprio strumento.

Si ringrazia Ultra Italy per la consueta collaborazione

Riccardo Canato

Condividi.