Vasco Rossi – Heineken Jammin Festival, Mestre 11 giugno 2011

vasco heineken 2011 tour concerto

Ci voleva, come sempre, il Blasco per risollevare le sorti di un Heineken concepito già in partenza come “minore”…Sarà un caso, ma dopo anni molto dispendiosi (vedi edizione 2010), la scelta degli organizzatori pare essere stata quella di andare al risparmio, garantendosi poi il risultato facendo chiudere il festival a Vasco Rossi. Non che ci sia nulla di male, ma avremmo preferito forse un venerdì sera un po’ più all’altezza di quello che, giustamente, viene considerato il più grande festival del nostro paese.
Detto ciò, inizialmente si temeva un semi flop anche per la terza serata, vista la presenza di pochissimi fan fino alle cinque del pomeriggio, invece già un’ora dopo il parco era gremito più che discretamente. Non è stato di sicuro il bagno di folla delle altre edizioni chiuse dal rocker di Zocca, ma almeno altre ventimila persone si sono aggiunte alle quarantamila che avevano comprato il biglietto in prevendita. La scaletta dello show è rimasta sostanzialmente la stessa, con l’eliminazione di alcune trovate sceniche (impossibili da apportare al palco di Venezia) e del set acustico di Vasco, dopo le polemiche succedute alla data zero di Ancona: i fan si erano lamentati del fatto che l’ultima parte di scaletta fosse identica a quella nei palazzetti. Da parte mia avrei capito di più una polemica sul medley “disco” che sull’intermezzo acustico, che comunque mette ogni volta i brividi, ma si sa, il popolo è sovrano…
La band è apparsa in forma e maggiormente coesa sui nuovi pezzi rispetto ad Ancona e lo stesso Vasco è parso più energico e a proprio agio col nuovo materiale. Alla fine del concerto la sensazione è che il tour 2011 sia iniziato per davvero solo ieri, lasciando ancora una volta intatta la consapevolezza che in Italia questo Rock non sia in grado di farlo nessun altro.

Luca Garrò

Condividi.