Wind Music Awards 2008

 

Un bello spettacolo, ma non uno spettacolo da gustarsi dal vivo.
La seconda edizione dei Wind Music Awards conferma quanto già visto nella prima, tenutasi sempre a Roma: cioè che la musica e’ un’emozione che mal si concilia con i tempi di una trasmissione televisiva, soprattutto se registrata per essere trasmessa in tempi successivi.

Lo scorcio d’occhio e’ comunque impressionante. La scalinata di Valle Giulia rende meglio dell’auditorium della Conciliazione e consente ai giovani fans di assieparsi all’esterno e salutare con affetto i propri idoli. E la lista e’ lunga: si premiano quelli che hanno venduto piu’ di 150.000 copie dei propri album e oltre 30.000 copie dei propri dvd, si va da Zucchero a Ligabue, passando per Elisa, Baglioni e Antoniacci, tutti accolti con uguale entusiasmo.
Mancano alcuni big di rilievo, ad esempio Jovanotti, Negramaro e Vasco, ma nessuno sembra lamentarsene. Apre la serata, cosi’ come nella scorsa edizione, Zucchero, che oltre al singolo ‘Tutti i colori della mia vita’, si lancia in una versione piano e voce di ‘You Are So Beautiful’ di Billy Preston. Seguono, rigorosamente in playback, i vari Ligabue, Venditti, Renga, Ramazzotti (lui addirittura solo pre-registrato e visibili sugli schermi ai lati del palco), fino all’arrivo sul palco dell’ospite internazionale Alanis Morrisette, che, non cantando in playback, mette in evidente difficoltà i fonici, costretti a interromperla durante il brano acustico tratto dal suo ultimo disco e farla riprendere dall’inizio. La canadese si mostra comunque ottima professionista, sfoggia un sorriso smagliante ed esce fra gli applausi. La serata riparte da Venditti, e prosegue fino a tarda notte fra stop imposti dalle esigenze televisive e duetti vincenti, come quello fra Elisa e Ligabue.

Difficile uscire completamente soddisfatti, la speranza e’ che i Wind Music Awards, sicuramente un’ottima idea, diventino finalmente una splendida realtà. Basterebbero più musica dal vivo e meno interruzioni camera-guidate…

Si ringrazia Parole & Dintorni per la cortese collaborazione

Condividi.