White Lies: a Roma e Milano recupero date. Vinci i biglietti! (Concluso)

La scena inglese sembra essere un’inesauribile fonte di band di alto livello che si preparano a sconfinare dalla terra d’Albione ed arrivare fragorose alle orecchie di tutta Europa. Tra quelle di maggior successo, visto il debutto di gennaio 2009 al n°1 della classifica UK degli album, ci sono i White Lies.

Per le due date italiane riportate qui sotto, Outune in collaborazione con Indipendente mette in palio DUE ingressi per data. È sufficiente inviare una mail all’indirizzo contest@outune.net specificando nell’oggetto “contest White Lies” e indicando nella mail, oltre a nome-cognome-recapito telefonico, la preferenza per la data di Roma o di Milano. Il concorso si chiude giovedì 5 novembre.

Chiedendo di partecipare al contest compilando la form (su outune.net o sulla pagina facebook di outune.net o inviando una mail all’indirizzo indicato sopra) l’utente conferma di aver preso visione dell’informativa privacy di Outune.net e di approvarla.

INDIPENDENTE presenta: White Lies + Darker My Love
Giovedì 12 NOVEMBRE – Roma – Piper – Via Tagliamento 9
Aperture porte ore : 19:30 – Inizio concerto ore: 20:45 – Prezzo del biglietto: € 20,00 + diritti di prevendita

Venerdì 13 NOVEMBRE – Milano – Alcatraz – Via Valtellina 21/27
Aperture porte Ore: 19.00 – Inizio Concerto Ore: 21.00 – Prezzo del biglietto: € 20,00 + diritti di prevendita

BIGLIETTI IN VENDITA su Ticketone.it

Informazioni su come acquistare i biglietti: Ticketone  892 101  www.ticketone.it – In tutte le prevendite abituali – www.indipendente.com

E’ bastato un solo singolo, To Lose My Life, con le sue arie new wave e dark per far balzare i White Lies da perfetti sconosciuti a band di successo su radio e TV italiane, un successo pronto ad essere bissato dalle atmosfere cupe ed oscure del nuovo estratto Death.
Sia Death che la hit To Lose My Life sono estratti dall’album To Lose My Life Or Lose My Love (Universal), album dalla fattura quasi perfetta nella sua ricerca attraverso la new-wave e le sonorità anni ’80; un disco per coloro che amano The Cure, Joy Division ma anche Interpol e The Killers. Dal vivo il trio originario di Ealing (vicino Londra), messo sotto contratto dalla Fiction Records (nel suo roster tra gli altri The Cure, Yeah Yeah Yeahs, Elbow  e Snow Patrol), dipingono atmosfere scure e raccolte, ma capaci di esplodere in un attimo con eclettismo pop-rock davvero invidiabile per la sua particolarità e per energia. Nei testi, anch’essi bui e crepuscolari, è la voce diretta, decisa e teatrale di Harry Mc Veigh ad uscire e governare la scena mentre le ritmiche di Charles Cave (basso) e Jack Lawrence Brown (batteria) si rincorrono insieme alle chitarre e le tastiere, sempre ad opera di Harry.
I White Lies sono indubbiamente una delle sorprese del 2009. Una band capace di mostrare i muscoli ma anche di regalare la malinconia dolcissima della new wave più classica e raffinata.

Support: DARKER MY LOVE
La psichedelia e la California hanno un ovvio legame che va indietro nei decenni fino agli anni ’60. Il progetto Darker My Love, che nasce da membri di cult-band come The Nerve Agents e Distillers e vanta membri condivisi con l’ultima formazione dei Fall, si muove nel territorio che fu di Can e My Bloody Valentine, riuscendo a infiltrare un modo di fare più “pop” e fruibile che li rende un nome da tener d’occhio.

Condividi.