Biagio Antonacci Sapessi Dire No presentato dall’artista

Biagio Antonacci nuovo singolo Con Infinito Onore

Esce oggi 17 aprile 2012 “Sapessi Dire No“, nuovo album di Biagio Antonacci. Antonacci ha presentato “Sapessi Dire No“, spiegando alla stampa che con l’iniziativa dei cinema voleva “Offrire ai fans un motivo differente per andare nelle sale, non a vedere un film bensì ad ascoltare musica. Volevo differenziarmi dalla classica routine della promozione discografica, ho iniziato offrendo a chi mi segue sul mio sito ufficiale varie anticipazioni, clip, video dallo studio e quattro brani interi a cadenze fisse, fino ad arrivare alla serata all’Odeon che sarà trasmessa in varie sale italiane.” Un countdown e un’assenza di notizie quasi maniacale quella che si è avuta per questo disco (“E’ sicuramente il mio miglior lavoro” dice Biagio sorridendo, in seguito lo definirà al cinema come “Bellissimo, irripetibile, eccellente…scherzi a parte, lo definirei passionale, vero, dinamico.”), con pochi precedenti nella storia recente della musica italiana, tanto che la stessa tracklist è rimasta sconosciuta fino al giorno del lancio, eccola di seguito: Insieme finire, Ti dedico tutto, L’evento, Con infinito onore, Qui, Senza un nome, Dimenticarti è poco, Sola mai, Sono stato innamorato, Dormi nel cuore, Non vivo più senza te, Naturale, Liberandoti di me, Ciao tristezza.

E al Cinema Odeon di Milano, Antonacci ha proposto uno showcase intervallato dalle risposte alle domande provenienti da Twitter e Skype da varie parti d’Italia, interagendo anche con le presenti in sala a Milano visibilmente emozionate per poter parlare col proprio idolo. Alcune di queste sono state sicuramente migliori di quelle della stampa specializzata. E’ stato chiesto a Biagio cosa rappresentassero le ali nella copertina del disco: “Rappresentano sicuramente la libertà, ma sono soprattutto il simbolo del viaggio. Significano l’essere partito da un certo punto ed aver viaggiato a lungo, per molto tempo, per arrivare qui dove sono ora“. La copertina del cd è opera di Milo Manara, cover che lo stesso cantante definisce “Un capolavoro assoluto, ho conosciuto Manara grazie a Vincenzo Mollica, Milo si è entusiasmato ascoltando alcune mie canzoni e mi ha detto che mi avrebbe rappresentato come un angelo, benchè io mi veda più come una versione diabolica dell’angelo stesso…

Se con la stampa Biagio si è lasciato andare a dure considerazioni sulla politica attuale e sulle sue intenzioni di non voto (“La democrazia dei partiti è finita, terminata. Mi auguro che i cittadini alle prossime elezioni siano capaci di scegliere chi li rappresenta, io non voto da tempo e continuerò a non farlo, fino a quando non potrò vedere in faccia chi mi rappresenterà non lo farò. Sono cose che dice Grillo? Beppe è un amico, ma voglio vedere in faccia anche i suoi candidati.”), al cinema risponde a una domanda su quale sia la sua più grande illusione: “Il denaro sicuramente, il successo che ti travolge improvvisamente senza lasciarti il tempo di prepararti“.
Ma a cosa Biagio non è riuscito a dire no? “Saper dire di no è fondamentale, un passo verso la piena maturità. Dire di no ai figli è difficilissimo, io ho saputo dire no a cose che però erano al di fuori del mio lavoro, a proposte economiche indubbiamente vantaggiose. Ho detto di no a un amico quando sapevo che avrebbe potuto fare una scelta sbagliata…
Infine arriva tramite Skype l’inevitabile domanda su Lucio Dalla e la dedica al recentemente scomparso artista presente sul cd di Antonacci: “Molti anni fa andavo nei piano bar a cantare le canzoni di Lucio, nel 1992 uscì “Adagio Biagio” e lui mi volle come supporto ai suoi concerti e cantavo un brano prima di lui. Non sapevo suonare il pianoforte e quindi ero costretto a scordarlo per trovare la mia tonalità. Lucio mi diceva di non alzare troppo il tono del piano dato che lui dopo la mia esibizione doveva cantare “Caruso” che è un pezzo altissimo. Io ovviamente me ne dimenticai e lui fu costretto a cantare “Caruso” un tono e mezzo sopra per colpa mia! (risate)“. La serata si è conclusa con due bis come “Quanto tempo e ancora” e “Iris”, suonate da Antonacci con il solo ausilio della chitarra.


YouTube

Date concerti BIAGIO ANTONACCI TOUR 2012
5 maggio Bari – Pala Florio
7 maggio Acireale – Palasport
9 maggio Eboli – Pala Sele
10 maggio Caserta – Pala Maggiò
12 maggio Roma – Palalottomatica
13 maggio Firenze – Nelson Mandela Forum
15 maggio Ancona – Pala Rossini
16 maggio Bologna – Unipol Arena
18 maggio Mantova – Pala Bam
19 maggio Padova – Pala Fabris
20 maggio Treviso – Pala Verde
22 maggio Trieste – Pala Trieste
23 maggio Trento – Pala Trento
24 maggio Genova – 105 Stadium
26 maggio Torino – Pala Olimpico
29 maggio Rimini – 105 Stadium
30 maggio Perugia – Pala Evangelisti
9 e 10 ottobre Milano – Forum

 

Condividi.