Flaminio Maphia: “Quelli che”…girano a testa alta

I Flaminio Maphia rappresentano da anni una delle realtà più genuine ed autentiche del panorama hip hop italiano. Da sempre impegnati contro ogni tipo di conformismo ed ipocrsia, questi ragazzi di Roma hanno saputo colpire nel segno ogni qualvolta hanno puntato il dito contro i vizi e le ipocrisie di un intero paese. “Vivendo in Italia, ci vuole davvvero pochissima fantasia per scrivere dei testi.

Anzi, paradossalmente, sono così tanti gli spunti che devo anche limitarmi!” – commenta un simpaticissimo G-Max. L’uscita dell’antologia intitolata, con molta ironia, “Er Mejo” non fa altro che confermare il valore e, contemporaneamnte, la crescita artistica del gruppo dagli esordi ad oggi. “Il nostro modo di concepire la musica è rimasto assolutamente intatto, semmai è cresciuta la consapevolezza nei nostri mezzi e, di sicuro, le capacità. L’attitudine di fondo, però, è sempre quella di quando abbiamo iniziato”.

Difficile confutare queste parole, tanto che l’ascolto dei brani inediti presenti nell’album non fanno altro che confermare entrambe le caratteristiche del combo: ironia, a volte spietata, unita ad una critica sociale di fondo ben marcata. “Uno dei pezzi nuovi di cui vado più fiero, parla di armi, in particolare di una pistola. La cosa particolare è che è scritta dal punto di vista della pistola stessa, come se provasse delle emozioni, dei sentimenti. Credo sia una cosa mai fatta. Di sicuro non Italia”. Primo singolo estratto, “Quelli che”, già cliccatissimo in rete pur facendo riferimento, non proprio in modo benevolo, ad una delle massime realtà del web: facebook. “Con questo brano abbiamo voluto ironizzare sul fatto che, nella società odierna, pare non contare nulla chi non abbia un profilo su facebook. Abbiamo trattato l’argomento con la consueta simpatia e senza voler offendere nessuno e il fatto che sia esplosa proprio in rete, mi fa capire che i nostri fan abbiano perfettamente capito quello che volevamo dire”. Ce ne fossero di più di gruppi così…

Luca Garrò

 

Condividi.