Flogging Molly, intervista con Dennis Casey

flogging molly intervista 2011

I Flogging Molly sono una band che, con un efficace mix di punk e folk irlandese, è riuscita a ritagliarsi una fetta di fedeli aficionados, grazie a delle canzoni capaci di entrare in testa già dal primo ascolto. Pochi minuti prima del loro show al Rock In Idrho, abbiamo incontrato il chitarrista Dennis Casey per una veloce chiacchierata: l’argomento principale è stato il loro ultimo album Speed Of Darkness, uscito a fine maggio.

Come stanno andando le vendite del vostro ultimo album e il tour che avete da poco iniziato?
Abbiamo debuttato al numero 9 di Billboard: penso che questo numero riassuma, in pochissime parole, la soddisfazione che abbiamo per le vendite del nostro nuovo disco. Arrivare nella top 10 di Billboard è una grossa soddisfazione perché, da indipendenti, non è una posizione facile da raggiungere. E’ troppo presto, invece, per dare un giudizio sul tour di supporto. Per ora siamo alle prime date in Europa, anticipate da alcuni concerti negli Stati Uniti. Qui abbiamo deciso di focalizzare la nostra presenza nei festival, come abbiamo già fatto in passato. La prima impressione è che tutto stia andando veramente a gonfie vele: grandi live e migliaia di persone che assistono al tuo concerto. Non è facile realizzare tutto ciò, soprattutto se fino ad una manciata di anni fa, nelle stesse città, suonavi nei piccoli club di fronte a pochissimi fan.

Oggi sarete al Rock In Idrho per la seconda volta di fila..
Certo, ricordo bene la scorsa edizione del 2009, quella in un palazzetto. Anche se all’apparenza questo potrebbe sembrare un festival “minore”, con nomi di poco richiamo, ti assicuro che una lineup come questa farebbe, negli States, decine di migliaia di persone con estrema facilità. Foo Fighters, Social Distortion, Iggy And The Stooges: la qualità delle band presenti è enorme. Posso anticiparti però che per noi questa non sarà l’unica data dell’anno. Ritorneremo da headliner in Europa il prossimo autunno, con un tour vero e proprio che stiamo pianificando in questi giorni. Se non mi sbaglio, saremo in Italia nel mese di novembre.

Speed Of Darkness è il primo disco per la vostra nuova etichetta; puoi raccontarmi qualcosa a riguardo?
Siamo stati per anni in SideoneDummy, un periodo ricco di soddisfazioni con dischi e tour di successo. Però abbiamo deciso che era arrivato il tempo di aprire una nostra etichetta, con la quale pubblicare i nostri nuovi album. Il nome che abbiamo scelto è Borstal Beat e Speed Of Darkness è la prima pubblicazione ufficiale. Al momento abbiamo appena iniziato e l’unico nome del roster è quello dei Flogging Molly; valuteremo già nel breve periodo il proporre dei contratti a delle nuove meritevoli band.

Nicola Lucchetta

Condividi.