Grido: nuovo singolo e tour

Grido Intervista

Questo “anno sabbatico” di Grido lontano dai Gemelli Diversi (con i quali sta comunque già lavorando a un nuovo album) sta portando molti buoni risultati al rapper milanese, tanto da dimostrare agli scettici che il fratello minore di J-Ax è cresciuto: “Mi è capitato che alcune persone, dopo aver ascoltato il mio disco, mi venissero a dire che sono un bravo rapper, solo che non se ne erano mai accorti prima, negli album dei Gemelli. Ma io non capisco perché, anche lì ero sempre io!”.

Il suo esordio solista, “Io Grido”, sta andando benone, tanto che l’uscita del terzo singolo “Tu sei come me” e relativo video hanno generato una certa attesa. “Questa canzone nasce da una storia vera” racconta Luca Aleotti, questo il vero nome di Grido, “Un rapper che conoscevo mi ha scritto una mail dicendomi che aveva perso una persona cara. All’inizio non sapevo come reagire a questa richiesta di aiuto, ma poi ho pensato di elaborare questa canzone. Mi è stato molto utile, perché in qualche modo mi ha sbloccato su argomenti di cui prima non riuscivo a parlare”.

Per il ritornello, Grido ha scelto la voce di Laura Bono: “Con i miei collaboratori stavo cercando qualcuno che fosse in grado non tanto di interpretare la canzone da un punto di vista tecnico, quanto emozionale. Quando il mio tecnico del suono mi ha proposto Laura e le abbiamo fatto fare una prova, è stato subito evidente che era la persona giusta”. Ora Luca è impegnato nell’Io Grido Club Tour, di cui ha già affrontato la data romana e quella milanese. Si prosegue sabato 29 a Taneto di Gattatico (RE), e poi più avanti sarà il turno di Vicenza e Cesenatico. “Salire sul palco da solo ha degli svantaggi, perché devo prendere tutta una serie di decisioni per conto mio” ci spiega, “ma alla fine, le soddisfazioni sono tantissime. Il mio è uno show crudo, incentrato sulle rime, senza tanti effetti speciali”. Per sapere se Grido sta dicendo la verità, non rimane che andare ad ascoltarlo dal vivo: gli appuntamenti li potete scoprire sul suo sito ufficiale.

Marco Agustoni

Condividi.