Halestorm a Milano intervista a Lzzy Hale

Il 7 ottobre, in data unica italiana, gli Halestorm saranno ai Magazzini Generali di Milano. Ne abbiamo parlato con Lzzy Hale, la frontwoman del gruppo americano uscito di recente con il secondo disco “The Strange Case of…“. “Ci esibiamo per la prima volta in Italia, per cui daremo davvero fondo al nostro repertorio per conquistare il pubblico italiano“, ha assicurato la sensuale rocker. E che se ne vedranno delle belle, sul palco, ce lo conferma quando le chiediamo cosa combinano di strano durante i loro concerti: “Di solito è mio fratello Arejay (con cui Lzzy ha fondato la band, ndr) che fa le cose più strane, vuole sempre stupirci con qualche trovata. Di recente si è addirittura messo a suonare la batteria con due ombrelli per tutto un concerto… e non è stato per niente male!”. La lunga esperienza sul palco ha portato il gruppo a suonare con alcune delle più influenti personalità del rock di oggi, tra cui ad esempio Amy Lee degli Evanescence. O, come ci racconta la stessa Lzzy, con Slash: “Aveva sentito una nostra cover di Outta Get Me dei Guns’n’Roses e gli era piaciuta. Così una volta che suonavamo nella stessa serata ad Amsterdam mi ha chiamata a cantare con lui sul palco… non capivo più niente dall’emozione“.

Con il loro tour europeo in corso, gli Halestorm stanno raccogliendo quanto seminato con “The Strange Case of…”, disco registrato dopo un periodo di lavoro tutt’altro che facile: “All’inizio pensavo che fossimo sulla strada sbagliata, non riuscivo a capire se ne sarebbe venuto fuori qualcosa di buono. Ma poi mi sono resa conto che stava andando tutto bene e da lì è stato tutto più facile. Ora sono davvero fiera di questo nuovo disco“. Disco che alterna i momenti più duri a cui la band ci aveva abituati, con altri più melodici: “Abbiamo sempre fatto hard rock e fino a un po’ di tempo fa c’era una parte di me che non voleva ammetterlo, ma la verità è che mi trovo a mio agio anche nei pezzi più morbidi. Ho un debole per le piano ballad!“. Il successo, in ogni caso, è arrivato anche con la complicità di Glee, la serie televisiva canora che ha incluso una delle canzoni dell’album nell’elenco delle sue cover. “Prima che Here’s to Us finisse nello show non avevo mai visto Glee, ma per noi è stato un grande onore. Ed è servito a farci conoscere da molti nuovi fan, che altrimenti non avrebbero cercato le nostre canzoni“. Lo zoccolo duro del loro pubblico, però, si è diviso: “Alcuni, i fan più duri e puri, non l’hanno presa bene, l’hanno trovata un’operazione commerciale. Ma la maggior parte ha capito e ha apprezzato“. L’appuntamento con Lzzy e i suoi Halestorm, quindi, è per il 7 ottobre a Milano: non lasciateveli sfuggire, perché potrebbe essere l’unica occasione per ascoltarli dal vivo per un po’ di tempo.

Marco Agustoni


YouTube

Condividi.