Intervista a Vinnie Paul degli Hellyeah, in Italia a Udine il 3 agosto 2014

Gli Hellyeah, il supergruppo che vede tra le fila ex componenti di Pantera e Mudvayne, torneranno in Italia tra un paio di settimane: la band texana, che ha pubblicato a giugno il quarto capitolo “Blood For Blood”, si esibirà infatti il 3 agosto alla Summer Music Arena di Codroipo (UD), per quella che sarà l’unica tappa nazionale.

In occasione del ritorno del quartetto statunitense, siamo entrati in contatto con Vinnie Paul, batterista famoso per i suoi trascorsi nei Pantera con il quale abbiamo fatto un veloce scambio di battute.

Come è stato il lavoro dietro al nuovo album “Blood For Blood”?
Prima di tutto, credo che sia il nostro miglior disco finora fatto. E’ un capitolo per noi molto importante e con “Blood For Blood” abbiamo dato le coordinate definitive al sound degli Hellyeah. E’ il primo disco nel quale abbiamo lavorato con un altro produttore: la scelta è caduta su Kevin Churko, un professionista di altissimo livello. E’ stato bello lavorare con lui: è stato capace di tirar fuori il meglio di noi e ha capito da subito la nostra visione.

E’ anche il primo lavoro con il bassista dei Bloodsimple Kyle Sanders. Si è ambientato subito nella famiglia Hellyeah?
Sì, lo conosciamo da diversi anni, anche perché siamo andati in tour insieme più volte quando faceva parte dei Bloodsimple e dei Monstro. E’ il ragazzo perfetto per la nostra lineup attuale. Purtroppo non è stato coinvolto nelle registrazioni del nuovo disco: è entrato negli Hellyeah a disco terminato. “Blood For Blood” è stato un lavoro a sei mani.

Inizierete il tour europeo tra poco. Che tipo di show porterete nei festival europei e in Italia, stato nel quale farete una delle poche date da headliner?
Amiamo venire in Europa per il nostro tour. I migliori fan sono tutti dalle vostre parti ed è un onore per noi suonare per loro. Quasi sicuramente torneremo in Europa nel 2015, appena termineremo questo tour. Per i nostri show da headliner, compreso quello di Codroipo, abbiamo intenzione di pescare brani dai nostri quattro lavori. Sarà il miglior set da headliner che i nostri fan potranno ascoltare!

Molti considerano ancora oggi gli Hellyeah come un supergruppo. Dopo otto anni di carriera e quattro dischi, credi che questa etichetta sia sbagliata?
Gli Hellyeah oggi sono in grado di stare in piedi per conto proprio. Noi quattro abbiamo avuto la nostra grande storia con i precedenti progetti, ma non è mai stata nostra intenzione vivere di vendita del nostro passato. Questi sono gli Hellyeah, e così siamo oggi!

Condividi.