Intervista Ed Sheeran stella rossa dagli UK

Ventunenne, rosso di capelli, ma soprattutto determinato e con le idee chiare. Nel rispondere alle domande della stampa italiana, l’inglese Ed Sheeran, ormai unanimemente considerato la next big thing proveniente dagli UK, ribatte secco, senza le esitazioni tipiche di chi è appena arrivato al successo, né le chiacchiere divertite che ci si potrebbe aspettare da un ragazzo della sua età. Per cui, quando gli si fa notare che nel suo cammino verso la fama ha avuto la fortuna di incontrare alcune star che lo hanno per così dire adottato, come Jamie Foxx o Elton John, ribatte: “Non credo nella fortuna: la fortuna è solo la capacità di cogliere le occasioni“. Non c’è però arroganza nelle sue parole, quanto piuttosto la consapevolezza dei propri mezzi e del fatto che con un pugno di canzoni folk pop il nostro Ed sta conquistando il mondo. Anche perché quando glielo si fa presente minimizza: “Ho appena cominciato e ho ancora molta strada da fare“.


YouTube

Il suo album d’esordio “+” (“L’ho intitolato così perché mi piaceva l’idea di usare un simbolo e perché mi trasmetteva un’idea di positività“, spiega) uscirà in Italia il 28 febbraio, ed è stato anticipato da alcuni singoli di successo come “The A-Team” e “Lego House“. Proprio nel video di quest’ultimo, Ed Sheeran si confronta con un altro rosso famoso, ovvero Rupert Grint, alias Ron di Harry Potter, che interpreta uno stalker ossessionato dalle sue canzoni. “Sin da quando avevo undici anni tutti mi dicevano che gli somigliavo, così quando ho cominciato a suonare mi è venuta l’idea di chiamarlo in un mio video per interpretarmi. Quando le mie canzoni hanno sfondato l’opportunità si è concretizzata, anche se l’idea alla base del video è cambiata“, racconta Sheeran. “Credo che sia un mio fan, in ogni caso, perché una volta è venuto a un mio concerto con la sua famiglia“.


YouTube

Ed Sheeran si è fatto tanti fan anche tra i professionisti della musica, tanto che gli Snow Patrol lo hanno invitato ad accompagnarli nel corso del loro tour americano, che partirà a marzo: “Sarà divertente girare gli Stati Uniti con loro, anche perché li conosco e perché potrò esibirmi davanti al loro pubblico“. Per quanto riguarda il nostro Paese, è probabile che il pubblico nostrano potrà ascoltare Ed dal vivo questo autunno. “Tra settembre e dicembre“, rimane sul vago la stella rossa che viene dall’Inghilterra. Nel frattempo, quindi, c’è un bel po’ di tempo per imparare a memoria le canzoni che compongono “+”.

 

Condividi.