Intervista Hate Boss tempi preoccupanti

Gli Hate Boss hanno pubblicato il nuovo album “Time Of The Signs“, prima uscita ufficiale; chiaro riferimento e omaggio al famoso disco di Prince, nella release è evidente la volontà di ispirarsi agli eventi che si susseguono nel mondo nell’ultimo periodo: non un vero e proprio concept album ma comunque un progetto ispirato da un mondo in continua  evoluzione. Potete parlarci brevemente della storia degli Hate Boss?Gli Hate Boss sono nati nel 2010 anche se in realtà ci conosciamo da molto tempo. In quel periodo avevamo progetti diversi, Ema e Zacca suonavano in un gruppo, mentre io e mio fratello mettevamo dischi. L’idea era quella di mescolare le carte, cercando di far suonare più elettronici gli strumenti “veri” e rendendo più “naturale” le parti elettroniche, anche se di fondo c’era la semplice voglia di suonare insieme, per divertirci. Con il tempo le cose sono cambiate, ma abbiamo comunque sempre mantenuto quelle due attitudini parallelamente. In questi due anni abbiamo suonato in svariati locali in tutto il nord Italia, con alcune date anche all’estero, prodotto due EP ed alcuni remix.

Come è nato il vostro nuovo lavoro “Time Of The Signs”? “Abbiamo iniziato a scrivere delle canzoni per il disco ad inizio 2011, alcune cose in realtà le avevamo già suonate dal vivo, ma per la maggior parte è stato un lavoro di gruppo nella nostra sala prove, la “Casa Rossa” come la chiamiamo noi. Abbiamo portato li gran parte della nostra strumentazione ed abbiamo cominciato a registrare delle bozze. Alcune canzoni sono nate da delle vere e proprie Jam-session, altre in modo più ragionato, a computer o sulla carta. Non seguiamo un metodo preciso, cerchiamo di essere sinceri e di mettere in forma solo quello che ci piace davvero, che ci fa divertire e ci intriga.”

Il vostro titolo parla di simboli, segnali. Come la pensate su questo argomento? E quali sono i “segnali” che più vi preoccupano negli ultimi mesi? Crediamo nel concatenamento degli eventi, e di conseguenza delle azioni. Durante la scrittura del disco questa cosa ci si è presentata più volte in modo vivido, e non abbiamo potuto fare a meno di notarlo. L’ultimo periodo è abbastanza preoccupante, l’uomo ha spinto decisamente troppo l’acceleratore, ed ora ne paga le conseguenze. Ma non deve essere lo sconforto a prendere il sopravvento: le crisi servono a rivoluzionare, ed è tempo che, soprattutto in Italia, avvenga una vera rivoluzione, a cominciare dal pensiero però, e soprattutto dei giovani, che non possono pensare di avere i loro desideri e necessità assecondati da una classe dirigente così vecchia.

Avete collaborato con la web series “#ByMySide” con alcuni pezzi. Come è nato il tutto? In quel periodo stavamo per cominciare la scrittura del video che avrebbe promosso l’uscita del disco, ed il nostro management ci ha proposto di collaborare con Flavio Parenti a #ByMySide, che sarebbe uscita nello stesso periodo. Visti alcuni spezzoni del girato e letto la trama (davvero diversa da tutte le serie presenti nel web in questo periodo) abbiamo accettato immediatamente, e cosi Flavio ci ha montato un videoclip con delle scene tratte dalla serie. Nella quarta puntata inoltre ha inserito il pezzo come colonna sonora, e non ha potuto che farci contentissimi! Se non l’avete ancora vista, dateci un occhio su Youtube, non potrete fare a meno di seguirla fino alla fine!

Il web è parte integrante della vostra promozione? Lo seguite direttamente o avete dei terzi che vi danno una mano? Si stava meglio quando c’era solo MySpace o preferite gli sbocchi potenziali di diverse piattaforme? Crediamo molto nel web e nelle sue potenzialità, e ci sembra che soprattutto nell’ultimo periodo il concetto di “rete” si sia veramente realizzato. Utilizziamo molte piattaforme, sia per la promozione che per reperire materiale e strumenti per la scrittura dei pezzi. Ma non pensiamo sia tutto li il futuro: il prossimo passo dovrà  essere la fusione dei due mondi virtuale/reale, con una riscoperta delle relazioni e dei legami veri, senza i quali emozioni e creatività non potrebbero esistere.

Avete già chiari i piani promozionali per i prossimi mesi, soprattutto live? Stiamo per partire con una serie di date che ci impegneranno per l’estate. Abbiamo un calendario in continuo aggiornamento sul nostro sito www.wearehateboss.com . Inoltre sempre sul nostro sito potete trovare una serie limitata di t-shirt che abbiamo realizzato in collaborazione con l’artista 108 e che stanno andando letteralmente a ruba! Infine stiamo ultimando il video del prossimo singolo che uscirà a breve: ci piace davvero molto, quindi non perdetevelo!


YouTube

Condividi.