Intervista The Maine Dieci domande a Jared Monaco

I The Maine saranno in Italia la prossima all’interno del loro nuovo tour europeo. Il gruppo statunitense, che nel 2013 ha programmato la pubblicazione ben due album (“Forever Halloween” e l’EP “Imaginary Numbers”, la cui uscita è programmata per il 10 dicembre), si esibirà il prossimo 22 novembre al Live Forum di Assago (MI) per un’unica tappa da headliner. In occasione dell’atteso show, e a pochi mesi di distanza dall’ultima chiacchierata, abbiamo contattato il chitarrista Jared Monaco per porgli le nostre fatidiche “dieci domande”.

1 I tuoi tre dischi preferiti di sempre
E’ difficile scegliere una top 3, visto che i miei gusti stanno cambiando continuamente e scopro sempre nuovi dischi. Se dovessi sceglierne una al momento.. Ryan Adams – Love is Hell. Wilco – A Ghost Is Born. The Replacements – Let it Be.

2 I tuoi tre / artisti preferiti di sempre
The Rolling Stones, The Replacements, and Wilco.

3 Il primo concerto al quale hai assistito
Sono andato a vedere i Saves The Day quando andavo alle medie. E’ stato il punto di partenza che mi ha spinto ad andare a suonare con una band.. non male.

4 Il miglior show al quale hai assistito
I Sigur Ros a Tempe, Arizona, alcuni anni fa. Fu affascinante. Mi ha mandato fuori di testa più di qualsiasi altro concerto che possa ricordare. Non c’è più grande soddisfazione di mettere tutta la fiducia in un artista che ammiri.

5 Il tuo miglior show
Credo che il nostro miglior concerto sia stato a San Paolo, in Brasile. Ci registrammo il DVD là.. è stato il più grande show da headliner ad oggi: una serata oltre ogni aspettativa. Abbiamo avuto altre grandi serate per le più svariate ragioni, ma quella notte è risultata alla fine perfetta.

6 Il peggiore concerto da te suonato
Ne abbiamo avuti diversi a causa di problemi tecnici. E’ difficile però sceglierne uno da usare come esempio. Certo, non saremmo qui se ne avessimo fatti diversi, che dici?

7 Il più alto momento della carriera
Ogni mattina, quando ti svegli e ti rendi conto di essere ancora parte di una band. Facciamo ciò da ben sette anni. Credo che i The Maine abbiano ancora tanta strada da fare..

8 Il peggior momento della tua carriera
Non credo sia negativo, ma dover ancora comportarsi da indipendenti dopo un periodo con major mi ha causato qualche mal di testa. Ci sono troppe cose da guardare. Non è per niente bello neanche star fermi come gruppo. Certo, alla fine da tutte queste situazioni siamo usciti illesi.

9 La leggenda con la quale vorresti collaborare
Sceglierei senza dubbio George Harrison. E’ stato un chitarrista leggendario, e un autore incredibile. Se invece parliamo di musicisti viventi, sarebbe un colpaccio lavorare con Dave Grohl.

10 Un gruppo emergente sul quale scommetteresti
Sto sentendo parlare benissimo dei The 1975. Ho avuto l’occasione di vederli nell’ultimo tour a Milwaukee. E’ necessaria una vera e propria rinfrescata nella musica pop, secondo me.

Condividi.