Jeff Waters (Annihilator)

10 ottobre 2007

 

 

Ho apprezzato molto il dvd uscito l’anno scorso, “Ten Years In Hell”, e specialmente la parte in cui tu parli di quando eri ancora agli inizi di quello che sarebbe diventata la tua vita cosi come dei primi dieci anni della band…L’ho trovato molto interessante! Hai niente da commentare riguardo quella produzione?
Devo confessarti che per me registrare per 2 ore di fronte a una telecamera è stato estremamente noioso! Devi essere un vero fan per trovarlo interessante! In ogni caso è utile per la storia della band, è diventato una sorta di diario virtuale, così come per i nuovi fan: guardandolo hanno modo di conoscere gli Annihilator meglio o scoprire piccole curiosità.
Per quanto riguarda la produzione siamo stati molto limitati, inizialmente dovevano essere 2 dvd di video fighi, dietro le quinte, concerti, quello che i nostri fan si aspettavano e desideravano; purtroppo due ex membri della band, Joe Comeau (voce in “Carnival Diablos” e “Waking The Fury”) e Randy Black (batterista dal 94 al 97 e dal 2002 al 2003), non ci hanno permesso di utilizzare la loro immagine minacciando di ricorrere ai loro avvocati e quindi ci siamo ritrovati con molto meno materiale del previsto.

Com’è andato il tour di questa primavera con i Trivium? I loro fans hanno supportato le vostre performance? Come hanno reagito di fronte al metal vecchia scuola? Infine, rifaresti un’ esperienza simile?
Siamo stati molto fortunati da questo punto di vista perché Matt e Corey, ben prima che partisse il loro tour europeo con noi a supporto, hanno detto sul loro sito e nelle interviste di essere nostri ammiratori da sempre, di essere cresciuti con noi. Questo è stato un grande favore da parte loro perché durante il tour i loro fan ai concerti avevano già sentito parlare di noi, ci conoscevano e potevano apprezzare la nostra musica, ci accettavano insomma. Visto che loro praticamente ci hanno fatto pubblicità in certi paesi le vendite dei nostri album sono salite! Se rifarei la stessa cosa? In fondo lo abbiamo sempre fatto, è sempre bello poter suonare con gruppi che fanno un genere differente dal nostro, permette ai fan di una band di conoscerne altri, questo stesso tour ci permette di suonare con gli Iced Earth che sono una power metal band!

In quattro anni sono usciti 3 album targati Annihilator, la domanda che sorge spontanea è quando uscirà il prossimo?
Per ora è solo una data approssimativa sul calendario. Adesso siamo in tour qui in Europa con gli Iced, poi faremo una serie di date in USA e a inizio dell’anno prossimo torneremo nuovamente come headliner o coheadliner in Europa e infine faremo i festival estivi, come vedi i prossimi mesi saranno piuttosto intensi! Quindi se devo proprio dire una data approssimativa mi sbilancerei tra fine 2008 e inizio 2009.

Qualunque band può mandarti il proprio demo, che poi tu eventualmente mixi o produci, quali sono le caratteristiche che deve avere un demo per essere degno di nota?
Ho ricevuto molti demo interessanti dai paesi europei dove si sente meno la presenza di case discografiche metal come accade invece in  Inghilterra o in Germania. Questi paesi sono di solito Italia, Grecia ed Europa dell’est. Per essere interessante non servono caratteristiche particolari, basta che abbia per me un certo feeling, non conta come è registrato perché molte delle canzoni più belle di sempre sono venute fuori da demo di qualità a volte molto bassa.

Durante la carriera ormai ventennale della band hai visto cambiare moltissime volte la lineup, pensi che questo continuo ricambio abbia penalizzato eccessivamente il gruppo?
Gli Annihilator sono sempre stati fin dall’inizio un progetto solista, quello che facevo era trovare un batterista e un cantante che dessero il loro contributo con ritmiche e parti vocali, poi suonavo il resto in studio da solo; al momento di andare in tour mi mettevo a cercare un secondo chitarrista e un bassista, facevamo qualche mese insieme e poi succedeva sempre qualcosa, alcuni membri ricevevano offerte da gruppi più famosi, altri trovavano lavori meglio pagati, oppure mollavano tutto per stare più vicini alle loro famiglie. Annihilator sembra una band ma cambierà sempre e per sempre. Lo stesso Dave Padden ha cominciato nel 2004 come cantante e adesso suona anche la chitarra. Gli altri membri attuali resteranno fino alla fine del tour corrente, poi chissà. E’ molto strano per i fan vedere questo continuo ricambio, e di certo non ha contribuito ad allargare il nostro successo; il lato positivo della cosa è che se a un fan non piace un cd continuerà ad ascoltarci comunque perché magari l’anno dopo ci sarà un cantante nuovo oppure una sezione ritmica diversa e questa è una delle ragioni per cui abbiamo continuato a fare musica dal 1989 a oggi.

N.B.

Condividi.