Joel e David: gli Airbourne porteranno il rock ovunque potranno

Joel O’ Keeffe e David Roads sono appena scesi dal tour bus che li ha portati a Jonschwil, quando ancora i cancelli del Sonisphere sono chiusi. Entrambi si presentano carichi come molle ai nostri microfoni, per spiegarci la loro filosofia e il loro modo di intendere il rock and roll.

GUARDA IL VIDEOSALUTO DEGLI AIRBOURNE

Joel: “Potrà sembrare una sparata ma noi vogliamo davvero portare il rock and roll a più persone possibile, in più contesti possibili, in più festival e concerti possibili perché crediamo davvero nella musica che suoniamo e nella musica di cui siamo appassionati. Siamo Australiani, da noi non è che la situazione per le band rock and roll sia così rosea, nonostante siano usciti in passato nomi grandiosi per il genere. Abbiamo a mala pena un festival decoroso, il Big Day Out, dove raramente chiamano band hard & heavy, forse solo i Metallica ci son stati di recente. A noi non interessa nulla se veniamo accusati semplicemente di plagiare gli AC/DC, cavolo siamo australiani è abbastanza normale che loro ci abbiano influenzato no? Anche i Rose Tattoo ci hanno influenzato, siamo amanti del rock and roll grezzo e sanguigno, scriviamo e cantiamo canzoni che ci danno la carica e che esprimono tutto quanto sentiamo per questa musica.”
David: “Se la gente che viene a vederci salta, si sbatte, si gode al massimo il nostro concerto allora vuol dire che stiamo facendo la cosa giusta. Il rock and roll non è una musica che si studia a tavolino, è qualcosa che hai dentro, che senti davvero oppure non puoi capirlo. È energia pura, se vedi un concerto degli AC/DC o dei Rose Tattoo nonostante abbiano sessant’anni, li vedi come ragazzini, hanno l’entusiasmo e credono in quanto fanno. Noi un giorno vorremmo essere ricordati proprio per questo, per essere fedeli alle radici, per aver portato il rock alle grandi masse: gli AC/DC riempiono gli stadi e vengono ascoltati anche da chi sente musica totalmente differente, hanno fatto passare il loro messaggio e hanno portato la festa e l’entusiasmo del rock and roll a tutti. In questo indubbiamente vorremmo copiarli eccome!”

Il loro secondo disco è andato forse del meglio del primo in Europa, ma chi li conosceva già da fine 2007 inizio 2008 aveva già fiutato il talento: (Joel) “Il primo disco in Australia è uscito nel 2007, abbiamo cominciato a farci conoscere in giro quando “Stand Up For Rock And Roll” ha imperversato in America come theme song di un evento di wrestling, quindi la Roadrunner si è fatta avanti per pubblicare il disco di debutto un po’ ovunque. Dobbiamo molto a questa etichetta, anche per il secondo lavoro c’ha fatto un’ottima promozione.”
(David): “E’ sempre difficile dire se il secondo sia meglio del primo o cose del genere, noi abbiamo praticamente scritto tra una data e l’altra il materiale, senza pensare troppo a pre-produzione e simili, quando poi ci siamo trovati a incidere ci pareva di aver suonato da sempre quelle canzoni, il pubblico apprezza anche i nuovi brani e noi ci divertiamo a suonarli, oramai è come se fossero già dei classici!”.

GUARDA IL VIDEOSALUTO DEGLI AIRBOURNE

Condividi.