Jonas Brothers (Press Conference) [VIDEO]

I Jonas Brothers hanno incontrato la stampa italiana poco prima della data di Torino, ecco un breve estratto da un’affollatissimo meeting tenutosi in un hotel cinque stelle.


6 novembre 2009

Per la verità, non è che i tre fratelli fossero al massimo della forma. Probabilmente intimiditi e spesso evasivi, si sono limitati a fare lo stretto indispensabile richiesto loro, rispondendo il più delle volte con frasi di circostanza e non facendo trasparire molto dei loro reali sentimenti. Tutte cose confermate dal video stesso, specialmente il tono di voce molto basso sembra indicare un senso di disagio e di timore verso la saletta stipata di giornalisti. C’è da capirli: sono poco più che ragazzini (Nick ha appena diciassette anni) e stanno fronteggiando un turbinio d’eventi più grande di loro. In particolare è difficile, quando si è tanto giovani, fronteggiare il bombardamento mediatico che deriva dall’essere pompati a dismisura da una major quale band di teen – pop pulita e dal messaggio positivo, in contrasto con certo pop lascivo che sembrerebbe rappresentare l’altra faccia della stessa medaglia. Così, quando vien fatta la domanda di quale, secondo loro, potrebbe essere la cantante più sensuale di questi ultimi anni, invece di rispondere glissano e si appoggiano al suggerimento del giornalista che gli ha posto la domanda (per la cronaca, il suggerimento è stato quello di Beyoncé). In ogni caso, le righe che seguono sono quello che siamo riusciti ad estrapolare dalle parole dei tre.

VIDEOINTERVISTA

“E’ un sogno essere riusciti ad arrivare fino a questo punto, essere in grado di condividere con così tanta gente la nostra musica ci dà grande soddisfazione, siamo molto felici di poterlo fare.”

“Abbiamo appena pubblicato un album dal vivo, tuttavia stiamo pensando che sarebbe davvero bello riuscire ad avere un video relativo a questo tour che stiamo facendo, lo stage è sempre quello ma l’audience qui in Europa è incredibile, strepitosa. Vedremo, per ora non abbiamo ancora registrato nulla, in Sud America invece abbiamo già filmato diversi concerti…”

“Ci esibiamo, cantiamo e suoniamo tutti i giorni, ci divertiamo un sacco a farlo girando il mondo ma cerchiamo comunque di fare un passo alla volta. I fans in tutto questo ci danno una carica incredibile, anche quando sei stanco loro riescono col loro entusiasmo a caricarti e ti spingono a dare il meglio di te in qualsiasi circostanza.”

“Non mi interessa molto se le persone sono interessate alla nostra vita privata, anzi a volte è quasi divertente, noi comunque non dobbiamo preoccuparci troppo di quest’aspetto, dobbiamo goderci al massimo quanto stiamo vivendo e non pensare ad altro…”

“E’ vero, la mia ragazza non sapeva per nulla che facessi parte dei Jonas Brothers, quando c’incontrammo non aveva idea di che musica suonavo o se ero dentro una band, col tempo ha visto delle trasmissioni televisive dove apparivo, dopo avermi visto su Disney Channel ha scoperto dove militavo.”

“Riguardo alla composizione delle canzoni e alla scrittura dei testi, ci basiamo su cose che capitano a noi o che sono vicino a noi, anche su esperienze che vivono i nostri amici, cerchiamo di trasformare queste in musica in modo che questa colpisca i nostri fans, che sia piacevole per loro da ascoltare e che sia qualcosa in cui possano immedesimarsi e che li possa aiutare a vivere meglio la vita di tutti i giorni e le battaglie che si devono affrontare.”

“Siamo cambiati nel corso dei dischi, il nostro primo disco è più pop mentre ci siamo spostati in seguito verso il rock è vero…credo faccia parte dell’evoluzione dei nostri gusti musicali, siamo influenzati da band diverse e da artisti che magari abbiamo scoperto quando avevamo già intrapreso la nostra carriera. Tutto questo ci permette di esplorare diversi generi musicali, di ampliare il nostro bagaglio d’esperienze e di usare meglio diverse idee per le nostre canzoni…”

Condividi.