Kelly Jones e i suoi Stereophonics in Italia sabato 11 settembre

Concerto molto atteso quello che si terrà sabato 11 settembre all’Alcatraz di Milano. Gli Stereophonics torneranno in Italia dopo il successo dell’Heineken 2010 nell’ambito di F1 Rocks. Abbiamo raggiunto telefonicamente Kelly Jones a pochi giorni dal loro show.

E’ un piacere riavervi nel nostro paese, cosa ti è rimasto del concerto che avete tenuto all’HJF 2010?
“E’ stato fantastico suonare all’Heineken, avevamo avuto l’occasione di suonarci un paio di volte prima di questa edizione ed è sempre stato bello, quel giorno ci fu un pubblico meraviglioso e suonare lo stesso giorno degli Aerosmith fu davvero grande per noi.”

E cosa dobbiamo aspettarci ora al concerto di Milano?
“Faremo un concerto nell’ambito dell’ F1 ROCKS, giusto la sera prima del gran premio (di Monza), è una bella occasione per tornare dalle vostre parti e per coinvolgere gli spettatori della Corsa e cercare di farli divertire insieme a noi.”

Cosa puoi dirci riguardo le reissue dei vostri primi due dischi “Word Gets Around” e “Perfomance And Cocktails”?
“Abbiamo pensato molte volte negli ultimi anni a ripubblicare i nostri primi due lavori: quando recentemente stavamo lavorando alla selezione delle b-sides dell’epoca e riguardando il materiale di quegli anni, quando facemmo il nostro primo tour mondiale ed eravamo molto giovani e anche inesperti, ci ha preso un po’ di nostalgia. Abbiamo provato molta emozione nel riprendere in mano quelle canzoni, tutto questo ‘amarcord’ c’ha sicuramente riportato indietro nel tempo ed è stato come riascoltare la colonna sonora della nostra vita molti anni dopo…”

Avete in programma qualcosa di particolare per celebrare queste re-issues?
“Riguardo ai primi due dischi della carriera degli Stereophonics, posso dirti che li proporremo per intero a due concerti che terremo a Londra a metà ottobre, per dare la possibilità ai fans della prima ora che ci seguono da quindici anni di divertirsi insieme a noi in questa sorta di celebrazione, e per mostrare a tutti come siamo cambiati durante il nostro percorso artistico.”

Com’è andato “Keep Calm And Carry On” a un anno dalla sua pubblicazione?
“Keep Calm And Carry On” è stato il nostro settimo disco da studio, molte cose sono cambiate nel sound e nel processo di produzione rispetto ai nostri esordi, ma su questo album sono presenti canzoni molto dirette e immediate, che ti prendono al volo: volevo far sì che questo disco fosse eccitante come se fosse un disco di debutto, credo che abbiamo centrato l’obiettivo, visto il successo che l’album ha avuto…”

Infine quali sono i vostri prossimi impegni da qui a fine anno?
“Abbiamo ancora qualche data interna al nostro tour mondiale, oltre a Londra di cui ti ho parlato prima, dobbiamo ancora andare a suonare in Indonesia e in Sud America. Questo tour è stato veramente grandioso, c’ha dato la possibilità di andare praticamente ovunque e anche di suonare a un sacco di festival anche insieme ai Massive Attack…”

Alex Presso

Condividi.