Limp Bizkit, Gold Cobra vi romperà le chiappe

limp bizkit gold cobra tour 2011

Protagonisti di uno dei concerti maggiormente energici del Sonisphere 2011 di Basilea, i Limp Bizkit hanno da poco pubblicato un album che farà discutere a lungo critica e fans, sostenitori e detrattori. La band ha abbandonato da tempo lo status di combo intrattabile e difficile da gestire in sede d’intervista. Abbiamo incontrato i Nostri un’ora prima della loro esibizione in terra svizzera del 24 giugno per parlare di “Gold Cobra” e di molti altri argomenti. I Limp Bizkit saranno in Italia il 12 luglio 2011, per un’esclusiva data a Villa Manin di Codroipo (UD), location che già negli anni passati fu teatro di importanti concerti hard and heavy (solo lo scorso anno hanno fatto tappa in Friuli nomi come Iron Maiden e Motorhead).

Fred Durst è a sorpresa il più accomodante di tutti, presenta noi e il collega Kévin Schmidt al resto della band e alla crew e poi inizia a parlarci di cosa si aspettano i Bizkit dallo show di oggi: “Non vediamo l’ora di salire sul palco e spaccare tutto, è molto che non suoniamo in Svizzera e sono sicuro che la maggior parte della gente non è qui per noi ma per gli Slipknot e i Maiden. Faremo in modo di farli divertire e saltare come dei dannati. Sapete la cosa essenziale dei Limp Bizkit è sempre stata la perfomance dal vivo, se dovessi dare un solo motivo a una persona che non ci conosce affinchè venga a vederci gli direi ‘amico vedrai uno dei concerti più fottutamente divertenti della tua vita’. E’ sempre stato così fin dagli inizi, ci interessava scrivere pezzi che potessero coinvolgere e far scatenare più persone possibili.”
Ed è quanto stato fatto anche per “Gold Cobra”?Questo lo diranno le persone a cui piacciono i Bizkit. Personalmente noi siamo felici del risultato finale, chi ha amato Chocolate impazzirà per Gold Cobra, non siamo degli innovatori, vogliamo solo fare quel che ci riesce meglio suonandolo al volume più alto possibile.” Wes Borland fa eco al frontman: “Sono molto contento di quanto abbiamo realizzato, abbiamo passato periodi in cui io e Fred non andavamo per niente d’accordo ma ci siamo trovati molto bene in studio e abbiamo composto dei pezzi che vi romperanno le chiappe come Gold Cobra e Get A Life! Siamo una band che si diverte, che vuole divertire e fottersene di tutto il resto, ho parlato con un sacco di gente che mi ha detto se non abbiamo paura di risultare ripetitivi. Che cazzo vuol dire? Noi vogliamo suonare come i Limp Bizkit, non ci facciamo certo problemi a suonare ancora come facevamo tempo fa e non è certo perché abbiamo qualche primavera in più sulle spalle che ora vogliamo fare un disco à la Radiohead per apparire acculturati, fuck that shit!”. Fred insiste: “E’ vero ora siamo in sintonia totale, difficilmente in passato c’eravamo trovati così bene, non voglio dire che sia una fucking love story per carità, ma l’energia e la sintonia che c’era in studio con Wes non l’avevo mai provata prima d’ora, è per questo che Gold Cobra suona così diretto, onesto ed energico.
I Bizkit sono quindi pronti a tornare a dominare i palchi di tutto il mondo, Fred sottolinea cheSe tu sul palco non riesci a dare a chi ti viene a vedere quello che si aspetta sei finito, puoi anche incidere i brani migliori al mondo ma l’impatto, l’energia e la possibilità di scaricare tutte le tensioni che quotidianamente si accumulano sono cose essenziali per chi viene a vederci. Quindi preferisco prendere qualche stecca in più quando mi esibisco piuttosto che rinunciare a cercare il contatto fisico col pubblico, a portare la gente sul palco, a invitarla a pogare e a divertirsi quanto più possono. Noi vogliamo farvi staccare la spina per un’ora e mezza e ogni volta che ascoltate i nostri dischi dovete fare lo stesso, lasciarvi andare e godervi la nostra musica.” Borland conclude: “Penso che l’hard rock e la musica dura in generale siano principalmente da intendersi come valvola di sfogo per chi l’ascolta e anche per chi la suona. Noi siamo capaci a fare questo e lo facciamo abbastanza bene, anche chi non ci conosce potrebbe apprezzare Gold Cobra o un nostro concerto dal vivo. L’epoca dei preconcetti sul rap-rock o su quanto è stronzo Fred (risate, ndr) è finita, ascoltateci e divertitevi, fottetevene di tutto il resto.”

Condividi.