Luciano Ligabue (press conference)

12 settembre 2007

 

 

Mercoledì 12 settembre, presso il Rolling Stone di Milano, abbiamo presenziato alla conferenza stampa in cui Luciano Ligabue e il proprio management hanno informato la stampa (molta stampa…troppa stampa…imboscati a manetta oltre ai regolari) riguardo i prossimi programmi del Liga nazionale. Ecco il comunicato stampa completo sulle novità imminenti.

Dopo 10 mesi di silenzio dall’ultimo concerto (il 22 dicembre dell’anno scorso si consumava l’atto finale del “Nome e Cognome/Tour 2006, iniziato nei club, proseguito nei palasport e negli stadi e terminato nei teatri), interrotti soltanto dalla cover di “Eppure soffia” di Pierangelo Bertoli il 7 luglio di quest’anno sul sito www.ligachannel.com, Luciano Ligabue tornerà a novembre sulle scene musicali con una serie di concerti e il primo “Best of” della sua ventennale carriera.
Da venerdì 14 settembre, contemporaneamente in tutti i più importanti punti prevendita sul territorio italiano, si potranno acquistare i biglietti per i nuovi concerti di Ligabue: 7 concerti al Palalottomatica di Roma (dal 17 al 26 novembre) e 7 concerti al DatchForum di Assago – Milano (dal 12 al 21 dicembre). I biglietti costano 35,00 euro (posto unico) e 50,00 euro (posto numerato), oltre al diritto di prevendita.
Firmati da Riservarossa (produzione) e da Friends & Partners (organizzazione), i 14 concerti che il “Liga” terrà tra Roma e Milano saranno caratterizzati da una produzione speciale.

Oltre a questo imperdibile evento musicale (mai un artista aveva suonato 7 volte in 10 giorni nella stessa città in palasport come il Palalottomatica o il DatchForum), l’altra ghiotta notizia per i fan di Ligabue è l’uscita del suo primo “Best of” in venti anni di carriera, diviso in due dischi.
Il primo disco (intitolato LIGABUE – PRIMO TEMPO) uscirà a novembre e ripercorrerà la storia artistica di Luciano da “Ligabue” (1990) a “Buon compleanno Elvis” (1995), mentre il secondo disco (intitolato LIGABUE – SECONDO TEMPO) uscirà nel maggio 2008 e ripercorrerà la storia artistica del rocker emiliano da “Su e giù da un palco” (1997) a “Nome e Cognome” (2005).
Pubblicati da Warner Music Italy, entrambi saranno arricchiti da brani inediti (alcuni prodotti da Fabrizio Barbacci e altri da Corrado Rustici, per quest’ultimo si tratta della sua prima volta con Ligabue) e conterranno tutti i videoclip della carriera artistica del rocker di Correggio.

17 NOVEMBRE – ROMA – PALALOTTOMATICA
18 NOVEMBRE – ROMA – PALALOTTOMATICA
20 NOVEMBRE – ROMA – PALALOTTOMATICA
21 NOVEMBRE – ROMA – PALALOTTOMATICA
23 NOVEMBRE – ROMA – PALALOTTOMATICA
24 NOVEMBRE – ROMA – PALALOTTOMATICA
26 NOVEMBRE – ROMA – PALALOTTOMATICA

12 DICEMBRE – MILANO – DATCHFORUM
14 DICEMBRE – MILANO – DATCHFORUM
15 DICEMBRE – MILANO – DATCHFORUM
17 DICEMBRE – MILANO – DATCHFORUM
18 DICEMBRE – MILANO – DATCHFORUM
20 DICEMBRE – MILANO – DATCHFORUM
21 DICEMBRE – MILANO – DATCHFORUM

 

Dopo le informazioni di servizio, lasciamo spazio alle parole del Liga, che, rispondendo ad alcune domande, ha spaziato su varie tematiche, prima di fuggire evitando l’assalto della ‘stampa’ di settore (molto più simile a uno sciame di fanboy/girl che ha cercato di approfittare della posizione privilegiata per farsi firmare e fotografare restando con un pugno di mosche…) a fine conferenza. Nello stesso momento i rigorosissimi inviati di Outune (J³ e LG, mica cotica eh, ndr) si lanciavano al buffet rigorosamente jappo con tanto di sushi in qualsiasi forma (ci siamo sentiti Giovanni e Giacomo naufraghi alle prese con la nouvelle cousine di Aldo porco giuda, ndr) e prosecchini assortiti…quando si dice la professionalità…

“Non è che sento il tempo che passa, sono molto più tranquillo di prima da questo punto di vista, sono però consapevole che comincio ad avere 47 anni e fino a quando il mio fisico continuerà a rispondere bene voglio assolutamente suonare in continuazione, il più possibile e il più a lungo possibile.”

“Nei best-of che pubblicherò ci saranno anche tutti i videoclip che ho girato…inclusi i primi in cui indossavo dei gilet improponibili…Mi fa una certa impressione vederli ora, comunque credo sia stata una bella cosa includerli. Ci saranno anche degli inediti, ho scritto una manciata di pezzi, allo stato delle cose non so ancora quali finiranno nei dischi. Ho scritto una mia versione di “Ho Ancora La Forza”, Guccini ha vinto un premio Tenco con questo pezzo e ho voluto riproporlo con le mie coordinate musicali. C’è un pezzo che è una sofferta dichiarazione d’amore per questo malandato paese, che io amo follemente ma che vedo, come tutti vediamo, essere ora in un periodo difficilissimo. Un periodo nel quale la politica è lontanissima dalla gente e dalle aspettative della gente, che poi siamo noi, quelli che votiamo e consentiamo a queste persone di farsi i loro comodi. Sono stato felice dell’iniziativa del Vaffanculo Day di Grillo, ho mandato anche un contributo video prima dello svolgimento…credo che sia stato un evento eccezionale, finalmente le persone comuni si sono concentrate intorno al problema politico, firmando una legge d’iniziativa popolare, espressione che mi piace tantissimo…proprio perché c’è bisogno di tornare al popolo e alle vere esigenze di questo.”

“Questa volta ho cercato di estraniarmi dal processo di produzione delle canzoni, così come per quanto riguarda i preparativi del tour, solitamente sono un rompiballe eccezionale, voglio dire la mia su tutto anche in campi dove magari non c’entro nulla. Ho registrato a San Francisco ma ho praticamente fatto il turista dando i pezzi in mano ai produttori e non volendo sapere altro.”

“Per la produzione dei concerti invece tutto starà sulle spalle di Claudio Maioli (manager storico di Ligabue e produttore dei concerti, ndr). Abbiamo pensato a uno show diverso dal solito, un concerto che riempirà gli spazi delle strutture che ci ospiteranno, cercheremo di possederle e di utilizzarle in tutti gli angoli insomma…ora non posso svelare altro ma stiamo provando a fare qualcosa di davvero diverso dal solito, allestiremo…questo posso dirlo dai…un palco a scomparsa, in cui ci saranno degli elementi che di volta in volta si aggiungeranno alla struttura. In scaletta avremo tutti i pezzi più popolari, ovviamente quelli che la gente preferisce, le variazioni che faremo saranno davvero minime sera dopo sera”.

“On stage la mia band sarà composta da Roby Pellati e Antonio ‘Rigo’ Rigetti come al solito, quindi José Fiorilli alle tastiere, nella band dal 2006. Quindi ci saranno quattro chitarre: ho voluto due chitarristi completamente opposti come stile, Mel Previte e Max Cottafavi…faremo come Tex Willer e i suoi pards insomma, a me piace molto come idea (l’altro chitarrista è lui e presumibilmente il quarto il fedelissimo Fede Poggipollini, ndr).”

“Sono ossessionato dal numero sette, ecco perché questa storia delle sette date nel 2007, quando ho 47 anni…insomma il 7 è ovunque nella mia vita, compare nella mia data di nascita, il mio nome e il mio cognome hanno 7 lettere, le mie iniziali sono due sette rovesciati…insomma i motivi sono abbastanza chiari per questa scelta no?”

Condividi.