Motorhead (press conference)

3 giugno 2006

Ben disposto Lemmy, divertito Mikkey e sulle sue Campbell. Il trio più rumoroso al mondo si è concesso a una folla di imboscati vari durante la conferenza programmata al Gods Of Metal. Inutile dire che più che fare il proprio lavoro, la maggior parte ha cercato in ogni modo la firma e la foto ricordo. Sono i Motorhead e ci può anche stare, la cosa triste è che il livello generale della “stampa” di settore (questo sotto-settore per lo meno) attuale è davvero ai minimi storici, comunque sia ciancio alle bande e sotto con le risposte…Senza prima dimenticarci di ringraziare la ‘nostra’ Pam di Kizmaiaz che ha reso possibile tutto questo.

Parlateci del vostro nuovo album, “Inferno”. (Seguono sbraitame e risate varie, dato che Inferno è vecchio di due anni, ndr).
Dee: diciamo che parlare di “nuovo album” mi sembra quantomeno errato, visto che è uscito da due anni! Un nuovo album ce l’abbiamo già pronto, uscirà a settembre e si chiamerà “Kiss of death”.
Lemmy: credo che “Inferno” fosse un grande album, uno dei migliori di questa formazione. Credo che fosse la summa di tutto quello che ho prodotto in quarant’anni di carriera. D’altra parte credo che il nuovo album sia molto meglio, quindi preparatevi a perdere l’uso delle orecchie.
Campbell: io non saprei, non l’ho ancora sentito…A parte gli scherzi, credo che il pubblico lo accoglierà con la consueta gioia.

Lemmy, la tua autobiografia ha venduto moltissimo in tutto il mondo. Ti aspettavi un tale successo e hai intenzione di ripetere l’esperienza? E’ tutto vero, oppure ti sei inventato qualcosa?
Lemmy: sinceramente non mi aspettavo un risultato del genere, anche se ancora adesso trovo il libro davvero divertente! Mi è piaciuto moltissimo scriverlo poiché mi ha riportato alla mente un sacco di persone che mi hanno accompagnato durante questi anni e tutte le pazzie che abbiamo fatto insieme. E’ stato quasi terapeutico. Per quanto in alcuni punti possa sembrare esagerato, o comunque poco realistico, non ho inventato nulla, nemmeno una parola. A quel punto tanto valeva scrivere un libro di fantascienza!

Avete scritto il pezzo con il quale Triple H sale sul ring, chi di voi è appassionato di Wrestling? Lo proporrete dal vivo?
Campbell: sono io l’appassionato, mi è sempre piaciuto moltissimo. Credo che siano degli atleti e dei professionisti incredibili. Non si può liquidarli, come fa qualcuno, dicendo che è tutto finto! Lavorano come dei pazzi e sono degli sportivi veri.
Dee: ci piacerebbe moltissimo proporlo in sede live, ma purtroppo ne detiene i diritti la WWE e siamo costretti a rinunciarvi. Però non credo vi accorgerete della sua assenza a fine concerto…
Lemmy: sicuramente abbiamo qualche altro buon pezzo per farvi divertire…Credo almeno un paio!

Il vostro marchio si trova ormai un sacco di prodotti o capi d’abbigliamento, cosa ne pensate?
Dee: credo che il nostro sia un gran logo, ma non sapevo che fosse su tutti questi prodotti…Non siamo mica i Kiss…
Phil (stranito): ah sì, ne ho sentito parlare…La prossima mossa sul mercato sarà un profumo da uomo.
Lemmy: in realtà voglio prendere il posto di Gene Simmons.

L.G.

Condividi.