Natalie Imbruglia (Press Conference) [VIDEO]

Solare, carica e coinvolgente. Davvero una bella roundtable quella con Natalie Imbruglia, artista che torna nei negozi con un album fondamentale per la sua carriera.

21 settembre 2009


Ecco i suoi pensieri relativi al suo nuovo disco e alla collaborazione con Chris Martin dei Coldplay.

“Non sono una persona che riesce a fare un disco ogni due anni, ne ho sempre impiegati quattro bene o male per registrarne uno nuovo, trovo tuttavia sbagliato cercare di forzare la creatività di una persona, quando il disco è terminato è terminato, non devi avere fretta, il disco esce quando sei sicuro di averlo finito bene”

“Cos’è cambiato rispetto al passato nel registrare questo lavoro? Sicuramente la mia voglia di sperimentare è aumentata! Ho sperimentato molto di più rispetto al passato, lavorare insieme a Ben Hillier mi ha insegnato molto specialmente parlando di songwriting, inoltre è dotato di un grande gusto musicale. Abbiamo iniziato il lavoro come se dovessimo produrre il disco di una band, quindi abbiamo lavorato bene o male sempre con gli stessi strumentisti e avendo giusto gli ospiti del disco come esterni. Abbiamo cambiato molte volte l’aspetto dei brani, ad esempio una ballad trasformata in un pezzo disco per poi cambiarla ancora e via dicendo…mi ha detto di provare a essere coraggiosa anche quando hai tutti i brani pronti, insomma puoi sempre rivederli, migliorarli e tornare indietro. Lo ringrazio molto perché mi ha fatto lavorare molto sullo sperimentare tutte queste cose, alcuni beat o sound da disco con cui non mi ero mai confrontata in passato.”

“Mi sento bene, sono più vecchia e saggia ora! No davvero, sto vivendo un buon periodo, sono più consapevole dei miei mezzi, sicura di me, più rilassata rispetto al passato, mi diverto a fare il mio lavoro e perché no, mi sento pure più sexy (ride) rispetto a prima, credo che la sensualità vada di pari passo con lo sentirsi bene e felici! Non vedo l’ora di tornare su un palco a esibirmi, di recente ho fatto uno show di preparazione in Inghilterra con quasi tutto materiale nuovo. E’ un rischio ovviamente incentrare un concerto solo su nuovi pezzi ma il pubblico ha reagito alla grande e cantava tutti i pezzi nuovi anche se era la prima volta che li ascoltava. Ho scritto questo disco proprio per portarlo in tour, quindi teniamo le dita incrociate e speriamo di venire anche in Italia a breve!”

“La collaborazione con Chris Martin? Abbiamo lo stesso studio legale e, benché possa suonare un po’ strambo, siamo stati messi in contatto proprio dagli avvocati, non avevo il suo numero diretto! Mi hanno chiamato per dirmi hey, guarda che Chris ha della musica per te, io non li vedevo da anni ma ero una fan dei Coldplay dei primi tempi, quindi ci conoscevamo perché andavo ai loro concerti anni fa. Mi ha chiamata e io ero molto contenta all’idea di lavorare con chi considero uno dei migliori songwriter al mondo, lui ha voluto ascoltare il mio disco prima, io ho sperato per 24 ore che non cambiasse idea! Il disco gli è piaciuto,  ci siamo sentiti e siamo andati in studio, che casualmente era la casa di Brian Eno, e da lì è iniziata la nostra collaborazione. Avevamo diverse idee e del materiale su cui lavorare, quando iniziammo a parlare di  “Lukas”, il titolo di un pezzo di un demo registrato durante le sessioni di “Viva La Vida” dei Coldplay. Da lì in poi fu semplice, lui me la lasciò cantare e fu magnifico. Un altro brano su cui abbiamo lavorato insieme è “Want”, primo singolo dell’album.”

Condividi.