Neffa presenta il nuovo album Molto Calmo

neffa-nuovo-album-molto-calmo

Dopo un’attesa durata ben 4 anni Giovanni Pellino, in arte Neffa, torna nella scena musicale italiana con “Molto Calmo”, release dal titolo zen che profuma di nuovo inizio. “In realtà, per me, ogni volta è una specie di rinascita: bisogna tener conto che quando scrivo parto sempre da me ma, inevitabilmente, vivo sulla mia pelle le preoccupazioni di chi mi sta attorno, dato che viviamo nello stesso contesto sociale. Nelle mie canzoni provo a spiegare il mio modo di vedere di cose, il mio punto di vista soggettivo, ma senza imporlo a chi ascolta”.

Non è corretto definire pausa la distanza intercorsa tra “Sognando Contromano” del 2009 e “Molto Calmo”. Se è cosa nota la collaborazione col rivale di un tempo (e attuale amico) J.AX col quale ha pubblicato, sotto il nome di “Due Di Picche”, “C’eravamo tanto odiati”, non tutti sanno che Pellino aveva in ballo un altro progetto: Johnny Favourite. Cosa c’è dietro questo pseudonimo? “Il nome prende spunto dal film “Ascensore per l’inferno” con Mickey Rourke, il cui protagonista è personaggio misterioso che si chiama Johnny Favourite”, racconta il cantante, che aggiunge “mi sono ritrovato a scrivere parecchio materiale in inglese, per un progetto dalle sonorità elettroniche che avrebbe dovuto prendere forma in quel del Regno Unito.Il destino ha voluto che, mentre stavo lavorando su Johnny Favourite, mi è venuta fuori la base del pezzo “Quando Sorridi” (secondo estratto da Molto Calmo) e la cosa strana è che mi sono uscite automaticamente anche le parole in italiano. E’ stato davvero casuale, perché in quel momento non stavo pensando a Neffa. Anzi, ad essere onesto non mi sono mai messo a comporre con lo scopo di scrivere un disco. Succede il contrario, casomai. Scrivo e compongo i pezzi e, quando comincio ad avere un numero di canzoni adeguato per un album, mi chiedo se vale la pena. E mi rispondo sempre di sì. Poi, da perenne insoddisfatto, una volta che va in stampa penso sempre che avrei potuto fare molto meglio

Per chi segue il cantante dai tempi di “Aspettando il Sole”, una sorpresa: all’interno di “Dove Sei” una ghost track dove torna a rappare. Ma chi spera in un ritorno alle origini, si deve mettere il cuore in pace. “l’ho messa perché mi piace, niente di più. Vorrà dire che il mio pubblico di vecchia data sarà felice mentre chi non mi apprezza mi criticherà”.


Condividi.