Paloma Faith (Press Conference)

Credits: Alice Hawkins

Abbiamo incontrato la stravagante Paloma Faith a Milano durante la promozione del suo nuovo disco in uscita il 24 settembre “Do You Want The Truth Or Something Beautiful?”, ecco cosa c’ha raccontato.

9 settembre 2009

“Parlo un po’ d’italiano, ho una zia e due cugini di Roma, mio padre è spagnolo, mi trovo bene qui, anche se non è la mia lingua madre! L’Italia ha una grande tradizione cinematografica, ma io mi ispiro maggiormente al teatro degli anni 40 e 50, all’età Vittoriana e alle dive come Jane Harlow specialmente per il mio vestiario: non sono esattamente magrissima e questo tipo di abiti appariscenti e abbondanti stanno bene su di me, parlando di film ovviamente non posso non confessare una passione insana per i film di Tim Burton e per i vestiti che usa nelle sue pellicole!”

“Il titolo del nuovo album suona come una frase che potrei dire al primo appuntamento con un uomo che non conosco e mi chiede del mio passato e della mia vita: vuoi la verità o qualcosa di bello, la verità insomma che ti voglio raccontare io? Insomma a volte è anche bello raccontare qualche bugia per far stare meglio la gente, fare un po’ la commedia ecco! Ho iniziato già cinque anni fa a lavorare a questo titolo e a scrivere le canzoni, sono una songwriter e quando l’etichetta mi aveva detto che non pensavano di inserire i testi nel booklet del disco non l’ho presa esattamente bene. Se ho problemi a essere accomunata a Lady Gaga, Pixie Lott e le altre? No per niente non mi dispiace inserirmi nel filone che va per la maggiore ora come ora, sono onesta e dico che se in qualche modo uno ha l’occasione di fare parte del carrozzone del music business che al momento tira di più ha una gran fortuna. Io ce l’ho e sono felice di esserci dentro…”

“Quando ho firmato il mio contratto discografico avevo già preso un diploma in scenografia e, tra le altre cose, ho esplicitamente chiesto di avere il controllo totale di quanto viene portato in scena e di come viene presentato il mio concerto, proprio a livello di costruzione dello stage e con grande attenzione a tutto il contorno dello show per far sì che il pubblico sia accompagnato nella rappresentazione a cui assiste. Da sempre sono stata attratta dal mistero, dalla magia e dall’illusione, sono stata assistente di un prestigiatore e mi appassionavano tantissimo i trucchi che mettevamo in scena.”

“Stiamo per annunciare dodici date in Europa, ancora non so bene come ci muoveremo ma sicuramente sarà divertente e coinvolgente soprattutto per la platea. Adoro vivere la mia vita come se stessi sempre facendo l’attrice, dopo tutto la vita è un film dove si recita, ho anche fatto l’attrice in alcuni film per teenager e ho di recente preso parte all’ultimo film di Terry Gilliam che si intitola “The Imagination Of Dr. Parnassus”, un’esperienza incredibile che ha arricchito ulteriormente la mia vita e mi ha avvicinato ancora di più a un mondo che adoro”.

Condividi.