Pau (Negrita)

3 agosto 2005

Le parole del singer dei Negrita a poche settimane dalla pubblicazione del nuovo disco.

“Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo fatto un lungo viaggio in Sud America, le ripercussioni di questa avventura sono state evidenti nel nostro ultimo disco L’Uomo Sogna Di Volare. Non pensavo che ciò potesse accadere, soprattutto a un livello così profondo, sono rimasto segnato personalmente, non solo a livello artistico. Ho un’ansia totale per quello che sarà il futuro, in particolar modo per il nostro prossimo disco, sarà un altro momento clou della nostra carriera, forse il più importante”

“Alcuni fans non hanno gradito il cambiamento apportato nell’ultimo lavoro, questo ci è dispiaciuto ma non possiamo permetterci che ciò influenzi il nostro cammino evolutivo. Abbiamo un rapporto strettissimo con i fans, loro sanno bene che nelle coordinate dei Negrita da sempre c’è molta attenzione ai cambiamenti, non siamo capaci di ripetere gli stessi modelli esecutivi benchè potrebbero aiutarci dal punto di vista compositivo. E’ ovvio che non puoi in nome dell’evoluzione produrre musica schifosa, non può essere una giustificazione. Nell’ultimo lavoro le influenze Sudamericane si amalgamano bene con il nostro rock vecchio stile, penso che le radici dei Negrita non siano state offuscate nel disco”

“Stiamo facendo un tour immenso, vogliamo presentare il miglior spettacolo possibile on stage, non vogliamo pensare troppo in avanti benchè come ti ho già detto sono personalmente in ansia. Diamo il 110% sul palco, stiamo suonando a lungo in ogni data, cercando di accontentare tutti quelli che vengono a vederci. Non è facile, ma ci proviamo e per ora i risultati ci stanno dando ragione”

Condividi.